"Io Scelgo Mottola": «Chiarezza sulla cassa integrazione dei 120 operai»

Attualità
visibility909 - giovedì 13 giugno 2019
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
La tessitura di Mottola
La tessitura di Mottola ©

Facciamo chiarezza sulle reali motivazioni di questa scelta e sulle prospettive da dare allo stabilimento.

Con questi obiettivi nasce la mozione dell'11 giugno protocollata dal gruppo consiliare "Io Scelgo Mottola", che nella figura di Palmo Matarrese analizza la situazione dello stabilimento del "Cotonificio Albini Spa” e allo stesso tempo chiede all'amministrazione comunale di porre in essere tutte le azioni necessarie a risolvere positivamente la vertenza.

«La vicenda ci lascia perplessi - dice Matarrese - da un lato il Gruppo Albini non può dirsi certamente in crisi dal momento che è sempre riuscito a ben difendersi negli anni di congiuntura economica negativa; dall’altro, si è letto solo pochissime settimane fa della pianificazione di importanti investimenti in innovazione e ricerca spalmati su tre anni.

Se il quadro complessivo è tale da indurre, in altri casi, all’ottimismo, la domanda che poniamo è: perché invece per Mottola vogliono compiersi scelte regressive?»

Le perplessità di Matarrese e dei suoi trovano conforto nelle voci che vedrebbero un nuovo possibile periodo di cassa integrazione a zero ore da espletare nei mesi di ottobre e novembre prossimi.

«Il problema è grave - scrive Matarrese - perché, come sempre, vittime e protagonisti in negativo di scelte di natura squisitamente “manageriale” sono sempre i lavoratori, che sono quasi tutti di giovane età, e le loro famiglie.

Auspichiamo una conclusione repentina e positiva della vertenza. Noi vigileremo sul prosieguo, garantendo anche all’amministrazione il nostro pieno supporto quando deciderà di mettere mano alla vertenza».

Andrea Carbotti