Tra mostre e dimore storiche arriva a Mottola il festival "Atrium"

Attualità
visibility350 - martedì 02 luglio 2019
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
Il logo del festival
Il logo del festival "Atrium" ©

Inizio d’estate a Mottola tra architettura, impresa culturale e turismo. L'occasione per andare alla scoperta di alcune delle più belle dimore storiche, luoghi suggestivi e inesplorati aperti finalmente alla fruizione di tutti sarà il primo festival "Atrium" che, tra il 6 e il 7 luglio, offrirà un contributo valido alle politiche di promozione turistica.

«Se in molti paesi pugliesi - spiegano gli organizzatori - il rispetto per i beni architettonici, la cura delle facciate e la vigilanza da parte delle istituzioni sono ormai dati acquisiti, diversa è la situazione nella provincia tarantina dove, molto spesso, gli edifici storici sono oggetto di interventi a dir poco “bizzarri” da parte dei privati, nell'indifferenza generale».

Si parte sabato prossimo, quando in concomitanza con "Serenate", la serata inaugurale del "Festival Internazionale della Chitarra", è prevista a partire dalle 18 l'apertura di alcuni atrii al pubblico con mostre e diversi allestimenti artistici.

Il giorno seguente, invece, la manifestazione entra nel vivo con l'apertura dei portoni, le performance degli musicisti e gli allestimenti artistici. Saranno tanti, tra musicisti e disegnatori, gli artisti che si esibiranno sia nel campo musicale che nel live painting, oltre a una degustazione di vini in Largo Chiesa a partire dalle 20:30.

«Il festival "Atrium" - sottolineano i promotori - vuole essere un appuntamento annuale per accendere i riflettori su queste problematiche attraverso una formula incentrata sull'intrattenimento, nella speranza di contribuire a cambiare la percezione dei residenti rispetto al nostro patrimonio storico e spingere gli amministratori ad un maggior impegno sul tema».

Anche per questo sono previsti dei momenti di "talk" con l'obiettivo di affrontare alcuni temi importanti nel settore come “La forza dello storytelling nel marketing territoriale”, dov'è previsto l'intervento dello scrittore e fotografo Carlos Solito oltre che dell'editore Attilio Posa. Altre tematiche saranno affrontate grazie all'intervento di alcuni esperti del settore.

Sono previste anche due mostre: la prima, dal titolo "Portoni nei portoni", è una raccolta di immagini relative agli affascinanti portoni dei primi del '900, in stile eclettico mentre la seconda, “De Carlo, il legno e i portoni”, è una installazione dedicata ad un'azienda con oltre cinquant'anni di esperienza nel mondo del legno. Il tutto è patrocinato sia dal comune di Mottola che dalla delegazione di Taranto del "Fondo Ambiente Italiano".

Andrea Carbotti