Parcheggi a pagamento a Massafra, ecco le novità

Cronaca
visibility1872 - giovedì 11 ottobre 2018
di Luigi Serio
Più informazioni su
Segnaletica verticale a Massafra
Segnaletica verticale a Massafra © ViviWebTv

Sta per riprendere a Massafra il servizio di sosta a pagamento. Sono infatti in fase di installazione nelle zone interessate i parcometri con la relativa segnaletica verticale, come pure è in corso il rifacimento della segnaletica orizzontale con le classiche strisce blu.

Il servizio risulta sospeso dal 13 novembre 2017, data di scadenza del contratto tra il Comune e la società cooperativa Soucerland di Noci, che aveva in carico la gestione delle aree di sosta dal novembre 2013, e da allora è stato regolamentato con il disco orario, per un tempo massimo di 60 minuti nelle fasce orarie 8 – 13 e 16 – 20, esclusivamente nei giorni feriali, modalità tuttora attiva.

A subentrare nel servizio è la ditta SISAS Service di Matera, che si è aggiudicata, quale unica offerente, la gara per la gestione dei parcheggi a pagamento per una durata contrattuale di 12 mesi.

Il servizio interesserà le solite aree e cioè viale Magna Grecia, via Livatino, piazza Caduti in Nassyria, corso Roma, via Bolzano, piazza Vittorio Emanuele, corso Italia, lungovalle Niccolò Andria, piazza Garibaldi, largo Capreoli, via Vittorio Veneto, via Emanuele Scarano, via Colonnello Scarano, corso Regina Margherita.

Gli orari di sosta a pagamento saranno compresi tra le 8 e le 13:30 e dalle 15:30 alle 20 nel periodo invernale (ovvero dall’1 ottobre al 31 maggio) e tra le 8:30 e le 13:30 e dalle 15:30 alle 21 nel periodo estivo (ovvero dall’1 giugno al 30 settembre), tutti i giorni compreso i festivi.

La tariffa in vigore sarà di 60 centesimi di euro ad ora per la prima ora frazionabile in minuti, con una sosta minima di 10 minuti ed 1 euro per le ore successive alla prima con tariffa e periodo non frazionabili.

Quindi tariffe invariate rispetto al vecchio contratto, ma differenze negli orari (nel periodo invernale si inizia a pagare mezz’ora prima) e nei giorni (si paga sempre, festivi inclusi).

Per il dirigente di ripartizione e comandante della Polizia Locale, colonnello Antonio Modugno, la sosta a pagamento, oltre ad assicurare maggior ordine e riciclo dei posti, garantisce anche la presenza sul territorio degli ausiliari della sosta, che diventano un punto di riferimento per i cittadini e che saranno a contatto con la sala operativa della Polizia Locale per ogni emergenza.