Furto di cavi elettrici a Castellaneta, la Cia: «Intervenga il Prefetto»

Cronaca
visibility993 - domenica 20 gennaio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Le campagne di Castellaneta
Le campagne di Castellaneta ©

Qualche notte fa, a seguito del furto di cavi elettrici, una ampia zona agricola sita a nord di Castellaneta è rimasta senza energia elettrica.

Alcune contrade di Montecamplo, nelle quali sono presenti diverse aziende agricole con annesse abitazioni ed allevamenti, sono rimaste senza corrente in piena notte.

Sulla notizia è intervenuta la Cia Due Mari che, accendendo i riflettori, ha chiesto l'intervento autorevole del Prefetto di Taranto Cafagna affinché l'Enel ripristini l'erogazione di energia elettrica in tempi brevi.

A parere della CIA Due Mari occorrerebbe fornire alle forze dell'ordine maggiori risorse comprensive su uomini e mezzi: «Un territorio così esteso - parlano i vertici dell'area Taranto-Brindisi - ha esigenza di essere presidiato continuamente in tutte le ore del giorno. Peraltro va dato atto che le forze dell'ordine presenti con la loro azione repressiva frequentemente arrestano individui sorpresi a sottrarre prodotti e mezzi agricoli.

Ovviamente spesso accade che, nonostante l'impegno profuso nell'arrestare individui, l'attuale legislazione consente l'immediata scarcerazione e così gli stessi tornano a delinquere il giorno stesso in cui sono stati arrestati: occorre garantire la certezza della pena e l'inasprimento della condanna per simili reati, oltre che per gli autori materiali dell'azione anche per i ricettatori che rivendono sul mercato il materiale sottratto.

Purtroppo il furto di cavi elettrici - aggiunge Cia Due Mari - non si configura come reato grave ma la conseguenza di ciò provoca notevoli disagi.

Sarebbe inoltre necessario da parte di Enel mettere in atto accorgimenti utili a ridurre al minimo il rischio di furti utilizzando nuove tecnologie specialmente nei territori agricoli.

Auspichiamo che l'intervento del Prefetto, molto attento e sensibile alle problematiche del settore agricolo, consenta il rapido ripristino delle energia elettrica nella zona dove sono stati sottratti i cavi e sia di stimolo al Governo affinché vengano assegnate maggiori dotazioni di uomini e mezzi su un territorio vasto come quello della provincia di Taranto.

Ai parlamentari del territorio chiediamo un impegno per le problematiche evidenziate e per far si che le aziende agricole siano maggiormente tutelate anche dal punto di vista legislativo per questo tipo di reati subiti».