Arrestato dopo un inseguimento, protagonista un agente mottolese

Cronaca
visibility5607 - venerdì 05 aprile 2019
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
Da sx: l’assistente capo Bochicchio e il collega Ricchiuti.
Da sx: l’assistente capo Bochicchio e il collega Ricchiuti. ©

Un inseguimento da film sventato dalla prodezza di due agenti, tra cui il mottolese Sebastian Bochicchio.

È questo il resoconto di quanto accaduto a un equipaggio del reparto Prevenzione Crimine “Puglia” di Bari, che lo scorso 4 marzo ha tratto in arresto il pluripregiudicato 33enne Francesco Loiudice al termine di un rocambolesco inseguimento per le strade del quartiere Libertà di Bari.

I due agenti, tra cui l’assistente capo Bochicchio, hanno intercettato l’uomo nei pressi di piazza De Nicola, non prima che lo stesso avesse tentato di disfarsi di una pistola, lanciandola tra le auto parcheggiate.

Per lui non c’è stato nulla da fare, infatti qualche minuto più tardi i due agenti lo hanno bloccato e arrestato.

Dalla perquisizione che ne è seguita sono stati rinvenuti 4 panetti di hashish per il peso complessivo di 222 grammi, mentre la pistola, un revolver cal. 22LR matricola 277 di marca H L Yong America double action 7, rifornita di due cartucce, è stata recuperata tra le auto in sosta.

L’arrestato è stato condotto nel carcere "Francesco Rucci" di Bari.

Andrea Carbotti