Svolta al San Pio di Castellaneta: i test rapidi saranno processati in Pronto Soccorso

Cronaca
visibility2808 - venerdì 20 novembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Alfredo Cellamare e la strumentazione che processerà i tamponi
Alfredo Cellamare e la strumentazione che processerà i tamponi ©

L'ospedale San Pio di Castellaneta potrà processare in soli 12 minuti i tamponi rapidi eseguiti a tutti i pazienti prossimi al ricovero, non solo per Covid ma anche per altre motivazioni (donne prossime al parto, Ortopedia, ecc...).

Lo ha reso noto l'assessore alle Politiche Sociali con delega alla Sanità Alfredo Cellamare.

Cellamare, lo ricordiamo, qualche giorno fa aveva ufficialmente chiesto ai vertici della Asl, con il benestare della direzione sanitaria del San Pio, una vera e propria svolta per l'ospedale di Castellaneta: «La situazione era divenuta insostenibile: donne in gravidanza, pazienti sofferenti, utenti provenienti da tutta la provincia, non potevano restare ore ed ore in attesa di conoscere il risultato del proprio tampone, eseguito a Castellaneta ma processato altrove. Oggi posso finalmente dire di aver vinto la mia prima battaglia».

I tamponi rapidi, fa sapere Cellamare, saranno processati negli ambienti del Pronto Soccorso: «Tutto vero, ho visto lo strumento con i miei occhi ed ho ricevuto conferma dal direttore sanitario Tatò.

Ci godiamo questo primo obiettivo centrato ma guardiamo al futuro: di concerto con la direzione, tutti i dipendenti dell'ospedale e l'azienda Società Service puntiamo a proseguire sui binari della sicurezza igienico-sanitaria e del benessere organizzativo. Il tutto per la salute dei pazienti e del personale che lavora nell'ospedale di Castellaneta».