«Spostano 1.500 tonnellate di sabbia certificata da Marina di Ginosa a Fasano: chi ha autorizzato?»

Politica
visibility879 - martedì 09 luglio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
il mare di Ginosa Marina
il mare di Ginosa Marina © Web

Da notizie di stampa, si è appreso che a Fasano è stato inaugurato il 9 giugno, un lido pubblico dotandolo di 1.500 tonnellate di sabbia certificata di Marina di Ginosa, antibatterica e antimicotica.E’ stato auspicato dagli operatori dell'azione di ripascimento della spiaggia di Fasano “che questo intervento sia esempio virtuoso di sviluppo sostenibile dell'intera costa pugliese”.

Il coordinatore ginosino di Forza Italia, Vito De Palma ha dichiarato «Spero che la notizia non sia vera e comunque, di concerto con le consiglieri comunali Patrizia Ratti e Marilisa Mongelli,ci siamo attivati per verificare immediatamente la fondatezza della inquietante novità, formalizzando una interrogazione consiliare urgente al sindaco di Ginosa per conoscere se il Comune di Ginosa è stato interessato da procedimenti autorizzativi, se è stato acquisito il parere di ARPA per la movimentazione della sabbia, se le attività di ripascimento sono state sottoposte a valutazione di impatto ambientale (V.I.A.), se è stato rispettato il codice della navigazione (ex art. 28) per quanto concerne l’esportazione di materiali dal demanio marittimo, se è stata rilasciata autorizzazione alla movimentazione della sabbia dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Taranto e dalla Capitaneria di Porto di Taranto, se è stata rispettata l'Ordinanza Balneare della Regione Puglia per l'anno 2019”.

Inoltre le consiglieri comunali Patrizia Ratti e Marilisa Mongelli, con la stessa Interrogazione hanno sollecitato il sindaco ad adottare, con estrema urgenza,“un atto amministrativo che ponga assoluto divieto alla movimentazione della sabbia dal litorale di Marina di Ginosa verso altre località”.

Ci opporremo con forza a tale “utilizzo” del nostro territorio – hanno ribadito De Palma, Ratti e Mongelli -, la movimentazione di sabbia e materiali del demanio marittimo può devastare il nostro litorale e può provocare un enorme danno all'ecosistema.

La nostra comunità è insignita di Bandiera Blu da oltre 20 anni, di Bandiera Verde per la spiaggia a misura di bambini e di Tre Vele di Lega Ambiente.

La tutela dell’ambiente marino-costiero e lo sviluppo turistico sono inscindibili per Marina di Ginosa e non consentiremo che nemmeno un grammo della sabbia che la Natura ha riservato per Marina di Ginosa possa essere esportato in altre località».