Calcio, per il Massafra pari a reti bianche contro il Sava

Sport
visibility425 - lunedì 14 gennaio 2019
di Luigi Serio
Più informazioni su

Finisce 0 a 0 tra il Città di Massafra ed il Sava, nella prima di ritorno, una bella gara, combattuta, nervosa, con falli ed ammonizioni per entrambe le compagini, in lotta per la zona play off.

Subito in attacco il Massafra con capitan Nicola Turi che al 4’ semina due avversari e dal fondo crossa un pericoloso pallone che attraversa tutta l’area ma non trova nessuna sponda favorevole.

Replica al 15’ il Sava che dal limite dell’area piccola impegna un attento Miccoli, abile a respingere.

Al 22’, dopo un angolo non sfruttato da pochi metri dal Massafra, sono gli ospiti che tentano di sorprendere l’estremo massafrese ma il tiro di Sanna supera di poco la traversa. Al 30’ è ancora il Sava a sfiorare il vantaggio con Gioia che solo davanti a Miccoli svirgola la palla e manda fuori.

Al 41’ lo imita il massafrese Legari che a botta sicura spara addosso a Pastore. Sull’azione susseguente i savesi di mister Mazza vicini al gol ma Miccoli si supera e devia in corner uscendo sui piedi dell’avversario.

Finisce il primo tempo senza reti ma con molte occasioni e con 4 ammoniti, tre del Massafra: Malamine, De Vincenzo e Legari.

Secondo tempo e subito ammonito Turi, per proteste dopo aver subito un fallo. Al 9’ il Sava in contropiede tenta di colpire ma Miccoli non si fa sorprendere su conclusione dal limite di Vasco. Risponde al 22’ il Massafra con un bel tiro di De Bartolomeo che impegna Pastore all’incrocio dei pali.

Da questo momento è la squadra di casa a fare la partita, costringendo il Sava nella propria metà campo. Al 29’ Turi dai sedici metri con un pallonetto sfiora l’incrocio dei pali, con Pastore immobile.

Al 35’ è Legari che, servito dalla destra si libera in area, ma tira fuori, sprecando ancora. Al 40’ occasionissima per Malamine che in acrobatica rovesciata da tre metri sfiora il palo a portiere battuto. Al 42’ un funambolico Turi supera due avversari in area e dal fondo scavalca Pastore ma la palla sbatte sulla traversa e, sul tiro a botta sicura da due metri, finisce sulle gambe del difensore savese che miracolosamente evita il gol del meritato vantaggio del Massafra.

Finisce con la seconda ammonizione per gli ospiti e con 5 minuti di recupero una gara che il Massafra avrebbe meritato di vincere, nonostante un Sava tosto ed organizzato. Ai ragazzi di mister Minosa, timorosi nel primo tempo, nella ripresa è mancato solo il gol, anche per l’assenza delle due punte titolari, Camara e Greco. Bravissimi i due portieri Miccoli e Pastore, in ombra il cannoniere dei biancazzurri, Vasco, ben controllato dalla difesa giallorossa.

Il Sava con 29 punti mantiene la terza piazza, mentre il Massafra a 25 punti si vede scavalcare dal Football Acquaviva, corsaro nello scontro diretto con la Polimnia.

Domenica prossima si va proprio ad Acquaviva per non perdere terreno in classifica e vendicare la sconfitta di misura patita all’andata.