Taekwondo: da Arezzo i ragazzi della Yom Chi di Mottola portano a casa tante medaglie

Sport
visibility419 - venerdì 12 luglio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Il team di Taekwondo di Mottola
Il team di Taekwondo di Mottola © Web

Si è svolta come di consueto ad Arezzo, sabato 29 giugno, la prestigiosa Coppa Chimera, trofeo nazionale di Forme e Freestyle. La competizione è stata ospitata nel “Palasport Estra” dove si sono sfidati 600 atleti provenienti da 52 società di 13 regioni di tutta Italia.

Grande la soddisfazione degli allievi della Scuola Yom Chi di Mottola allenati dal maestro Vito Piepoli e dalla maestra Marica De Leonardis, che hanno portato a casa ben 4 ori, 6 argenti e 11 bronzi.

La giornata si è aperta con la competizione a squadre dimostrative che ha regalato al pubblico presente numerose emozioni. L’esibizione della Scuola mottolese è stata premiata con la medaglia d’argento al collo direttamente dal Gran Maestro Young Ghil Park, che assieme al fratello Sun Jae nel 1966 ha fondato la prima palestra di Taekwondo in Italia.

Iniziata la gara, tra i ragazzi che conquistano la medaglia d’oro troviamo tra i senior Domenico De Carlo, Sara De Leonardis e la coppia Piepoli-De Leonardis (nella categoria forme sincronizzate). Tra i cadetti Mariana Mastromarino è oro surclassando le avversarie.

La medaglia d’argento va tra gli esordienti a Saverio Magistro, Roberto Ragno e Giorgia Coladonato. Nella categoria cadetti la seconda piazza è di Pierpaolo Ludovico e Linda Tosto. Argento anche per la spettacolare forma freestyle di Domenico De Carlo tra i senior.

A conquistare la medaglia di bronzo tra i cadetti troviamo Francesco Ciccone, Niccolò Pastore, Giuseppe D’Auria, il trio sincronizzato Ludovico-Isi-Didonna e l’emozionante forma freestyle di Mariana Mastromarino. Terzo posto anche per Giovanni Amatulli tra gli junior e nella categoria senior il bronzo viene assegnato anche a Rocco Magistro, Vito Piepoli e Marica De Leonardis. Altre due sudatissime medaglie di bronzo arrivano dalla specialità freestyle grazie all’audace Sara De Leonardis e alla coppia Piepoli-De Leonardis.

Per l’esordiente Giuseppe Sergio, la junior Alina Catucci, i cadetti Domenico Didonna, Giovanni Isi, Giulio Ratti, Arianna Catucci, Emanuela La Gioia e la coppia sincro D’Auria-Tosto non arriva la medaglia, ma la certezza di aver portato a casa un’esperienza costruttiva per il futuro.

La giovane società mottolese continua così ad accumulare risultati positivi a conferma della qualità dell'insegnamento della disciplina e dell’instancabile supporto delle famiglie di tutti i ragazzi della Scuola.