Basket, é l'ora del derby ionico tra Valentino Basket Castellaneta e Cus Jonico Taranto

Sport
visibility89 - domenica 10 novembre 2019
di Vito Girolamo
Più informazioni su
La Valentino Basket a rapporto da coach Leale
La Valentino Basket a rapporto da coach Leale © Alberto Moramarco

Profumo di derby in terra ionica: oggi, al PalaFiom di Taranto, va in scena il derby tra Cus Jonico Taranto e Valentino Basket Castellaneta, il meglio che possa possa offrire il basket tarantino in questo momento.

Da una parte il capoluogo di provincia, dall’altra parte una piccola realtà, che però nel basket diventa grande, con una splendida tifoseria pronta a spostarsi in massa anche domenica prossima, per cercare di sovvertire i pronostici favorevoli ai rossoblu.

Pronostici che, alla vigilia, vedono una squadra costruita per tentare il grande salto in Serie B, contro una squadra che ha vissuto un’estate travagliata e che tra mille difficoltà logistiche in questo avvio di campionato, sta provando a dire la sua, con un grande alleato nei momenti difficile: il cuore. Ed è proprio con il cuore che sabato scorso è arrivata la prima vittoria stagionale, da parte di un gruppo di ragazzi che non si è mai disunito e che, si spera, abbia definitivamente innescato la miccia per provare ad alzare l’asticella nel massimo campionato pugliese.

Il Cus Jonico Taranto é sulla carta una squadra pronta a fare la voce grossa nel massimo campionato pugliese, con un roster davvero profondo a disposizione di coach Davide Olive. Le bocche di fuoco in questo avvio di campionato sono i due stranieri: il riconfermato Dusels (18.6 punti a partita) e la guardia lettone Brcis, esperto di promozioni in B con le casacche di Corato e Torrenuovese, che sta viaggiando con 18.2 punti ad allacciata di scarpe. Le chiavi della squadra sono nelle mani dell’esperto Grosso, classe 1987, e al figliol prodigo Salerno, tornato in estate in rossoblu e anche vecchia conoscenza biancorossa. Nel blocco dei riconfermati troviamo giocatori del calibro di Longabardi, Pannella e Bitetti. A dare maggior profondità al roster tarantino ci hanno pensato gli arrivi dell’ala forte Di Diomede, classe 97′ ma con un curriculum che dice solo serie B, e l’innesto del giovane lettone Berzins, centro classe 2000, che essendo under non occupa una delle caselle destinate agli stranieri.

La Valentino Basket Castellaneta si trova davanti ad una prova proibitiva, almeno sulla carta, ma queste prime cinque giornate di C Gold hanno dimostrato che la “carta” conta poco, ed in un derby può contare ancora meno. Sospinti dal solito straordinario pubblico biancorosso, che anche domenica si muoverà in massa, i ragazzi di coach Leale (peraltro grande ex della serata) si giocheranno le proprie carte sul parquet di via Golfo.

La palla a due al PalaFiom si alzerà alle 18: arbitreranno il match Mitrugno di Mesagne e Iaia di Brindisi.