news ed eventi CIA

Alluvione Emilia Romagna: parte la maratona solidale della Cia

Cia Agricoltori Italiani - Emergenza Emilia Romagna Cia Agricoltori Italiani - Emergenza Emilia Romagna

Cia Due Mari Taranto-Brindisi rilancia sul proprio territorio la maratona solidale proposta da Cia Agricoltori Italiani per sostenere gli agricoltori dell'Emilia Romagna.

«Il dramma che stanno affrontando a causa degli effetti devastanti del terribile ed eccezionale maltempo, sono purtroppo evidenti a tutti noi» scrivono il presidente Pietro De Padova e il direttore Vito Rubino.

«Una tragedia immane, che riporta ai durissimi giorni del terremoto che questa stessa terra ha vissuto nel 2012. Oggi, migliaia di cittadini, famiglie e imprese stanno lottando per far fronte a un’alluvione dalle proporzioni eccezionali e storiche, che ha spezzato vite umane, distrutto abitazioni, infrastrutture e aziende, compromettendo pesantemente la produzione agricola e zootecnica di un territorio tra i più vocati e rappresentativi a livello nazionale.  

Ora - aggiungono De Padova e Rubino - non c’è tempo da perdere. Dobbiamo unire le forze e stringerci attorno all’Emilia-Romagna. Cia-Agricoltori Italiani, già in campo a supporto dei suoi agricoltori e allevatori attraverso gli uffici regionali e provinciali, impegnata nel dialogo costante con le istituzioni nazionali per dare risposte immediate, vuole fare ancora di più e dare un contributo concreto, grazie anche al vostro sostegno.

Per questo, è da ora attivo il conto corrente Cia-Agricoltori Italiani per l'Emergenza Emilia-Romagna sul quale vi invitiamo a fare una donazione».

COME DONARE

È possibile donare tramite bonifico bancario con causale "Cia-Agricoltori Italiani per l’Emilia-Romagna" e iban IT72P0538703202000003845011, oppure tramite carta di credito cliccando qui.

La Redazione - gio 11 gennaio

A Castellaneta l'aliquota Imu per i terreni agricoli è al ...

La Redazione - ven 26 gennaio

«Sull’agricoltura l’Europa sta sbagliando direzione: ...

La Redazione - gio 1 febbraio

Manutenzione e pulizia dei canali insufficiente, basso livello idrico negli invasi e stagione irrigua ...