news ed eventi CIA

Concluso l'Erasmus+ a Nantes per studenti del Lentini-Einstein

I progetti I progetti

Quattordici studenti delle classi quarte dell'istituto Lentini-Einstein di Mottola, accompagnati dalle docenti Maria Paola D'Onghia e Angela Agrusti, hanno recentemente partecipato a una mobilità nell'ambito del programma Erasmus+ in Francia. L'esperienza si è svolta nell'Institut Saint Dominique di Saint-Herblain, vicino Nantes, e ha avuto l'obiettivo di promuovere la consapevolezza interculturale, l'uso di strumenti digitali nel processo di apprendimento e lo sviluppo di atteggiamenti rispettosi dell'ambiente.

La mobilità, che ha incluso lezioni congiunte con coetanei francesi e visite didattico-culturali, si è conclusa con successo, arricchendo sia studenti che docenti. Le docenti Rosanna Simonetti e Claudia Di Cesare hanno partecipato a un programma di job-shadowing, osservando tecniche di insegnamento e gestione della classe in un contesto internazionale.

La dirigente scolastica Antonia Lentino ha sottolineato l'importanza di queste esperienze per migliorare le competenze linguistiche e culturali degli studenti, contribuendo alla loro crescita come cittadini europei. Il programma Erasmus+, grazie all'accreditamento settennale, permette ogni anno a studenti e personale della scuola di beneficiare della mobilità nei Paesi dell'Unione Europea.

Parallelamente, il progetto "Un viaggio nel sociale tra affettività e comunicazione" ha visto la collaborazione con il Centro AntiViolenza "Rompiamo il silenzio" e l'Aps "Sud Est Donne" di Massafra. Le attività, coordinate dalle docenti Susanna Borromeo e Claudia Di Cesare, miravano a sviluppare competenze professionali e trasversali tra gli studenti, con particolare attenzione alle relazioni interpersonali e alla comunicazione.

La dottoressa Rosanna Perazzo, psicologa del Centro AntiViolenza di Massafra, ha tenuto laboratori su relazioni disfunzionali, patriarcato e parità di genere, portando gli studenti a riflettere sulla violenza e sugli stereotipi di genere. Inoltre, le dottoresse Angela Lacitignola e Paola Cellammare dell'APS "Sud Est Donne" hanno organizzato un corso di difesa personale per le studentesse, insegnando tecniche di autodifesa e comunicazione assertiva.

L'iniziativa si è conclusa con un incontro con la scrittrice Grazia Frisina, che ha condiviso le sue poesie e ha stimolato un dialogo sulle esperienze e le emozioni delle donne.

Le notizie del giorno sul tuo smartphone
Ricevi gratuitamente ogni giorno le notizie della tua città direttamente sul tuo smartphone. Scarica Telegram e clicca qui

La Redazione - gio 16 maggio

Ieri, mercoledì 15 maggio, il Centro Antiviolenza "Rompiamo ...

La Redazione - gio 16 maggio

Nella serata del 14 maggio, nella sede diocesana di Castellaneta, il nuovo consiglio diocesano ha nominato ...

La Redazione - sab 18 maggio

Marco Galante, capogruppo in Regione del M5S, ha depositato una richiesta ...