Nasce a Laterza il "Patto Locale per la Lettura"

Attualità
visibility210 - giovedì 08 aprile 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Il sindaco Frigiola e il consigliere Tria
Il sindaco Frigiola e il consigliere Tria ©

«Ieri mattina, dopo una lunga fase di studio e analisi del progetto, è stato approvato con delibera di Giunta il "Patto Locale per la Lettura"».

Esordisce così, in un post su Facebook, il consigliere comunale di Laterza di "Con" Alessia Tria.

«Il "Patto Locale per la Lettura" - continua il consigliere comunale Tria - è uno strumento di politiche culturali di promozione del libro e della lettura che il Comune di Laterza propone a tutti i soggetti del territorio che riconoscono nella lettura una risorsa e un valore sociale da sostenere e promuovere a livello locale.

Anche per l'anno 2021 Laterza ha ottenuto dal Cepell (Centro per il Libro e la Lettura) la qualifica di "Città che legge". L’obiettivo del progetto è quello di promuovere in modo organico, trasversale e strutturato azioni e progetti di promozione del libro nel rispetto del diritto di tutti alla lettura.

Il Patto nasce per coinvolgere istituzioni pubbliche, biblioteche, scuole, associazioni teatrali, associazioni culturali e tutti coloro che condividono l'idea che la lettura sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell'individuo e della comunità. Il documento sarà reso pubblico sulla pagina web del Comune di Laterza e l'adesione si realizzerà con la sottoscrizione di un documento di intenti tramite apposito modulo che sarà presto reperibile sempre sul sito web dell’ente.

Il nostro obiettivo è che sia una vera chiamata a raccolta di tutte le forze vive della nostra città, affinché insieme collaborino per valorizzare la lettura come mezzo indispensabile per lo sviluppo di una nuova idea di cittadinanza attiva e consapevole.

Oggi più che mai dobbiamo riaffermare con chiarezza che la lettura ha un enorme valore sociale poiché contribuisce in maniera decisiva a formare coscienze libere: il Patto è la chiave di una comunità che vuole crescere e gettare i semi per una ripartenza culturale».