Carnevale di Massafra, Quarto: «Nel 2021 i capannoni dovrebbero essere operativi»

Attualità
visibility383 - mercoledì 02 ottobre 2019
di Luigi Serio
Più informazioni su

Martedì 1° ottobre, in una conferenza stampa nel palazzo De Notaristefani di Massafra, sono stati resi tutti i particolari dell’importante atto della regione Puglia che risolverà l’agognato problema "Capannoni" da destinare alla lavorazione della cartapesta.

La sezione Competitività e Ricerca dei Sistemi Produttivi dell’assessorato allo Sviluppo Economico della regione Puglia, con proprio atto, ha finanziato una serie di progetti per l’Area di Sviluppo Industriale, tra i quali, in modo davvero considerevole, quello per l’acquisto e la ristrutturazione di capannoni da destinare al “Carnevale di Massafra”.

«Una risorsa importantissima per Massafra ed un salto di qualità per il suo carnevale», così ha esordito il sindaco Fabrizio Quarto, aprendo la conferenza dove ha sottolineato come la manifestazione carnascialesca abbia resistito per decenni alla grave lacuna della mancanza delle strutture per la lavorazione della cartapesta, grazie alla sua storia e al suo attaccamento al carnevale da parte dei carristi e di ciò che vi gravita intorno. Quarto, con enorme soddisfazione, ha tracciato i vari passaggi che hanno portato al grande risultato. A tal proposito ha ringraziato in modo particolare l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Mino Borraccino per aver compreso pienamente quanto fosse importante la struttura per sviluppare la filiera del Carnevale. «E’ stato un gioco di squadra – ha detto il sindaco – che ha coinvolto anche l’ASI, sposando la causa capannoni».

Il presidente del Consorzio ASI Costanzo Carrieri ha evidenziato come si sia voluto dare una risposta significativa, dopo anni di sacrificio, ad una attività che va ben oltre la realizzazione dei mastodontici carri allegorici. Il presidente Carrieri ha affermato che tra breve sarà firmato l’atto con la Regione Puglia per la concessione (2,5 milioni di euro) necessaria a far partire l’evidenza pubblica con manifestazione di interesse per l’acquisizione e gestione di capannoni (nella Zona Industriale) da cedere al Comune di Massafra per la riqualificazione del suo Carnevale.

L’assessore alle Attività Produttive Raffaello Di Bello ha parlato di risultato storico per rilanciare il Carnevale, con attività che durino per tutto l’anno. Anche Di Bello ha ringraziato l’assessore Borraccino per il forte impegno.

L’assessore regionale Mino Borraccino ha sottolineato come questi risultati si costruiscono con un affiatato gruppo di lavoro, in questo caso fatto da Regione, Comune e consorzio ASI. «Abbiamo puntato – ha continuato Borraccino – sull’industria culturale scrivendo una pagina storica per il Carnevale di Massafra, creando nuovo sviluppo per la filiera economica della cartapesta». Borraccino ha chiuso il suo intervento parlando di un “risarcimento” per il passato, con un presente e un futuro ricchi di soddisfazioni.

E’ intervenuto anche il cartapestaio Zaccaria che ha ringraziato per l’impegno ed ha auspicato una celere concretizzazione.

A tal proposito il sindaco Quarto, con fiducia, ha affermato che nel 2021 i capannoni dovrebbero essere operativi.