Massafra, quaranta giorni senza mercato non alimentare: gli ambulanti protestano

Attualità
visibility1057 - mercoledì 08 luglio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
incontro sul mercato
incontro sul mercato © ViViWebTv

«Ancora oggi paghiamo per responsabilità non nostre».

Così esordisce Giuseppe Covella della Federazione Italiana Venditori Ambulanti Confcommercio un'intervista rilasciata alla "Gazzetta del Mezzogiorno" dopo che da oltre quaranta giorni dalla riapertura limitata del mercato settimanale del martedì a Massafra, non è ancora stato riaperto a tutte le categorie merceologiche. Ieri mattina gli ambulanti hanno protesto per sensibilizzare l'Amministrazione Quarto a completare l'iter burocratico relativo al cambio della sede da via Taranto alla zona Sant'Oronzo.

«Siamo stati sempre disponibili - ha continuato Covella - ad accettare lo spostamento della zona marcatele in modo organizzato e sicuro. Da sempre abbiamo mostrato massima collaborazione alla risoluzione del caso. La scorsa settimana siamo stati in Comune otto ore, sfiorando la mezzanotte, nel tentativo di assegnare le postazioni necessarie per la ripresa. Ciò non è bastato. Non è stato ancora predisposto l'elenco provvisorio di quattro settimane, delle circa 200 attività autorizzate alla vendita. Vogliamo lavorare nel rispetto delle regole».

L'assessore al Commercio Raffaello Di Bello ha rassicurato che il mercato tornerà, ma i commercianti hanno gridato sfiduciati di voler lavorare e che una soluzione sarebbe stata far restare il mercato in viale Marconi in attesa della nuova collocazione.

Intanto nella seduta consigliare di ieri sono giunte forti critiche all'operato dell'Amministrazione sul tema del mercato da parte del consigliere comunale di maggioranza Antonio Ciaurro e dal consigliere comunale di opposizione Raffaele Gentile.