Giornate FAI d'Autunno", eccezionale doppio appuntamento a Taranto

Attualità
visibility3872 - martedì 13 ottobre 2020
di Nicola Fabio Assi
Più informazioni su
Arsenale di Taranto
Arsenale di Taranto ©

Perfino in questo funesto 2020 il "Fondo Ambiente Italiano" presenterà le "Giornate FAI d’Autunno", con la caratteristica di svolgersi per la prima volta distribuite su due fine settimana, per l’esattezza sabato 17 e domenica 18 e poi sabato 24 e domenica 25 ottobre.

Grazie a un contributo libero, pur avente un valore minimo di 3 €, saranno possibili 1000 aperture in 400 città alla scoperta di luoghi poco noti e/o valorizzati quali antiche dimore signorili, sedi istituzionali, chiese, parchi e altro, permettendo non solo di visitarli, ma altresì di rilevare punti di vista insoliti.

Per quel che concerne il nostro territorio, si potrà effettuare una visita nell’Arsenale Militare di Taranto, che comprenderà pure la Mostra Storica che partecipa alla decima edizione del censimento "I Luoghi del Cuore" promossa dal FAI e da Banca Intesa.

Naturalmente il tutto avverrà nel rispetto dei vigenti protocolli anti covid: infatti nei due fine settimana interessati, dalle 10.00 alle 17.00, partiranno ogni 30 minuti gruppi di 15 persone da piazza Ammiraglio Leonardi Cattolica; per questo motivo è fortemente consigliata la prenotazione online attraverso il sito www.giornatefai.it (la prenotazione sarà validata dopo il versamento tramite carta di credito o PayPal del contributo di minimo 3 € a persona e finalizzata con l’invio di un’email di conferma). La delegazione di Taranto ringrazia il comando Marina Sud e Marinarsen per la collaborazione e la sensibilità dimostrate e l’associazione Taranto Straordinaria per la partecipazione.

L’edizione in oggetto è dedicata a Giulia Maria Crespi, presidentessa onoraria del FAI scomparsa lo scorso luglio, e anche questa volta promotori e protagonisti sono i Gruppi FAI Giovani, i quali - con la collaborazione delle delegazioni e degli altri gruppi di volontari della Fondazione - scenderanno in piazza per <<“seminare” conoscenza e consapevolezza del patrimonio di storia, arte e natura italiano>>.

Ad affiancare i volontari FAI, ci saranno nuovamente gli “Apprendisti Ciceroni”, ovvero studenti delle scuola di ogni ordine e grado che hanno voluto partecipare fattivamente per raccontare, da protagonisti, le meraviglie della loro terra.

Le Giornate FAI d’Autunno si svolgono col patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, di tutte le Regioni e le Province italiane. Da ringraziare, inoltre, la Commissione Europea, così come la Protezione Civile, l’Arma dei Carabinieri, la Croce Rossa, i comuni, le Soprintendenze, le Università, gli Enti Religiosi, le Istituzioni Pubbliche e private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione (Ferrarelle, FinecoBank, Rekeep, Edison, Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine, System Professional e l’Ippodromo Snai San Siro).

Oltre a ciò si ricorda che dal 12 al 18 ottobre la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro Paese in una maratona televisiva e radiofonica finalizzata a una raccolta fondi, peraltro con la collaborazione di Rai per il Sociale.

Infine, agli indirizzi www.giornatefai.it e www.fondoambiente.it è consultabile l’elenco completo dei beni aperti. Senza dimenticare che è possibile iscriversi al FAI sia online sia nelle diverse piazze italiane durante gli eventi organizzati di volta in volta.