Palagiano, laboratorio teatrale under 35

Cultura
visibility157 - lunedì 13 luglio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Il teatro comunale di Palagiano
Il teatro comunale di Palagiano © Web

A Palagiano è entrato nel vivo il secondo laboratorio del progetto “Periferie Infinite. Dalle periferie locali alle periferie mondiali”, sostenuto attraverso l’avviso pubblico "Periferie al centro", intervento di inclusione culturale e sociale della Regione Puglia ,intitolato “Nella foresta dei mille demoni” e rivolto agli under 35, organizzato dal Teatro delle Forche in collaborazione con il Circolo Arci “SvegliArci”, che si occupa da una decina d’anni d’immigrazione e di gente proveniente dalle periferie del mondo.

Il titolo dell’attività è ispirato ad uno dei primi e più importanti romanzi africani identitari della cultura di questo continente che siano stati scritti in lingua yoruba: ”La foresta dei mille demoni” di Daniel Olorunfẹmi Fagunwa, mutuato nella cultura occidentale dal premio Nobel della

Letteratura Wole Soyinka, scrittorei nigeriano, impegnato politicamente a favore del continente africano. La tecnica utilizzata è la narrazione a partire dal metodo brechtiano. Metodo che ben si sposa per tutti coloro che intendono il teatro non solo un mezzo di divertimento ma di formazione e di liberazione delle coscienze. I racconti degli ospiti del centro dell’Arci, insieme a quelli dei ragazzi di Palagiano, costituiscono la rete dei vissuti sui quali si innestano le emozioni e i sentimenti vissute in prima persona dai migranti ma trasfigurate nei demoni, negli spiriti e nei personaggi del racconto di Soynka. Un intreccio di storie tra il serio e il faceto, tra il fantastico e il drammatico restituiscono, in una dinamica collettiva, racconti forti nei quali si percepiscono i vissuti veri, lasciando spazio ad emozioni consapevoli che mirano ad abbattere i confini delle periferie geografiche e culturali.

Il progetto “Periferie Infinite. Dalle periferie locali alle periferie mondiali”, che prende il nome da un verso del poeta Vittorio Bodini e intende partire da una periferia nel sud dell’Italia per guardare alle periferie del mondo e integrare le persone sia native che immigrate nel cuore dello sviluppo culturale, sociale ed economico delle comunità territoriali di Massafra, Palagiano e Statte, ha visto la costituzione di una rete con capofila il Teatro delle Forche, della quale fanno parte l’associazione culturale “Il Serraglio” di Massafra, il Circolo Arci “Svegliarci” di Palagiano e la Cooperativa Sociale “Il Sole” di Statte.