Covid a Massafra, Italia Viva sprona Quarto: «Devi comunicare i dati sui contagi!»

Politica
visibility5183 - venerdì 19 febbraio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
tamponi Covid
tamponi Covid ©

La sezione di Massafra di Italia Viva sollecita l'Amministrazione Quarto ad essere più puntuale e precisa riguardo la diffusione dei dati relativi al contagio da Covid 19 registrati sul territorio.

Per il gruppo politico che fa riferimento a Matteo Renzi, le modalità con cui vengono diramati gli aggiornamenti relativi alla diffusione del virus non sarebbero sufficienti a garantire una maggiore tutela e sicurezza dei cittadini e, per questo motivo, chiedono una più precisa e costante diffusione dei dati giornalmente registrati.

"Italia Viva di Massafra si fa portavoce delle preoccupazioni di tanti cittadini che in questi giorni chiedono maggiore e costante informazione circa la situazione epidemiologica da Covid19 sul territorio comunale.

La mancanza di un quadro giornaliero dei dati, come invece avviene in altri comuni, non consente di avere un quadro chiaro della situazione: non si conosce il numero dei tamponi effettuati (sia antigenici che molecolari), dei positivi riscontrati, delle quarantene disposte, del numero dei guariti e del numero dei positivi attivi completo della curva di rilevazione dei contagi. Non c’è una comunicazione istituzionale efficace e trasparente, finalizzata a favorire una reale percezione del pericolo di diffusione del virus, e conseguenti comportamenti più responsabili da parte di tutti i cittadini.

L’ultimo comunicato risale a quasi un mese fa, al 22 gennaio. Rendere noto saltuariamente il numero dei positivi riscontrati, non consente una corretta valutazione della reale incidenza dei soggetti positivi. Senza contare che l’esatta conoscenza dell’andamento epidemiologico giornaliero consente la programmazione in sicurezza delle attività che più interessano la collettività.

L’amministrazione Quarto, in questi mesi ha comunicato pochi dati ai cittadini preferendo intervenire con non meglio precisati proclami e con il susseguirsi di aperture e chiusure. Lo sanno bene gli operatori economici del mercato settimanale che per motivi mai precisati vedono sospese la loro attività. Lo sanno bene le famiglie che per motivi mai precisati vedono sospesa la didattica in presenza nelle scuole massafresi. Lo sanno bene i giovanissimi che per motivi mai precisati hanno visto l’amministrazione nel giro di un mese aprire (idea davvero malsana quella di aprire un luogo di aggregazione in piena pandemia) e chiudere lo skate park.

Pertanto, chiediamo di conoscere, con cortese sollecitudine, il numero dei tamponi effettuati, sia antigenici che molecolari, i positivi riscontrati, le quarantene disposte, il numero dei guariti, il numero di decessi e il numero dei positivi attivi, giorno per giorno, dal 01/01/2021 alla data odierna e per i giorni successivi, così come comunicati giornalmente dalle autorità preposte.

Ribadiamo la nostra piena e totale disponibilità a collaborare per la gestione di questa difficile emergenza sanitaria."