Massafra 2021, "Obiettivo Massafra" si presenta alla città

Politica
visibility1403 - lunedì 22 marzo 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Obiettivo Massafra
Obiettivo Massafra ©

Continua la presentazione delle liste a sostegno della candidatura a sindaco di Domenico Santoro e domenica 21 marzo - via Jitsi Meet - è stata la volta di "Obiettivo Massafra".

Introdotti da Antonio Viesti, hanno preso parte alla conferenza stampa Nicola Zanframundo, Salvatore Fuggiano, Fernando Lisi, Nicola Luccarelli, Giuseppe Palmisano e Domenico Santoro, mentre era assente Vita Massaro per motivi di salute.

Come asserito da Antonio Viesti, il movimento (che vede lui e Nicola Zanframundo come coordinatori), si sostanzia in un progetto di stampo moderato, che si sta arricchendo ulteriormente dal punto di vista sia numerico sia qualitativo, il cui proposito è essere maggiormente presente tra la gente, contrariamente all’attuale Amministrazione da quanto ha potuto constatare.

Successivamente Nicola Zanframundo, dopo aver illustrato il simbolo della compagine elettorale, ha spiegato come per uscire dall’attuale periodo di difficoltà sia necessario un nuovo modo di fare politica, favorendo così la creazione di un clima non litigioso e d’inclusione politica. Ha inoltre sottolineato che la ripresa e la resilienza rappresentano lo scopo principale della lista, raggiungibile sfruttando meglio le risorse a disposizione e investendo altresì nella bellezza del nostro territorio.

A domanda diretta, poi, non ha mancato d’indicare nelle difficoltà di natura esecutiva della struttura organizzativa, nell’assenza di una cabina di regia finalizzata all’acquisizione dei finanziamenti e nella gestione dei rifiuti i maggiori problemi dell’attuale Amministrazione, della quale, però, ha riconosciuto la qualità dei rapporti umani e la bontà dell’operato nell’àmbito dei Servizi Sociali.

In sèguito si sono succeduti gli interventi di Nicola Luccarelli (responsabile della sezione giovani), il quale ha rimarcato il carattere pragmatico dell’agire del movimento; di Giuseppe Palmisano, che ha ricordato l’importanza dello sport (pure in vista dei Giochi del Mediterraneo del 2026 che si svolgeranno nel tarantino); di Fernando Lisi, che ha ribadito quanto sia fondamentale sfruttare le competenze professionali per migliorare la vita sociale ed economica della città; e di Salvatore Fuggiano, per cui quella di Santoro è stata una scelta ponderata, anche per far sì che Massafra torni a fungere da cerniera lungo la direttrice Taranto - Bari.

Concludendo, Domenico Santoro, di cui sono state evidenziate da Zanframundo la preparazione e l’idoneità a guidare un ente pubblico quale il Comune, ha ringraziato per le parole a lui rivolte, ma soprattutto ha espresso quanto sia rilevante proiettare Massafra verso il 2030 programmando sin da ora il da farsi, anche in considerazione dell’attuale incognita più preoccupante, ovvero quella della disoccupazione.