Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2021

Le News

Comunali Massafra, «Nessun "soccorso giallo" al ballottaggio»

Politica
visibility2023 - giovedì 14 ottobre 2021
di La Redazione
attivisti del Movimento 5 stelle di Massafra
attivisti del Movimento 5 stelle di Massafra © ViViWebTv

Non ci sarà nessun "soccorso giallo" al prossimo ballottaggio di Massafra: il MoVimento 5 Stelle, infatti, ha deciso di non sostenere nessuno dei due sfidanti alla carica di sindaco.

Nel corso di una conferenza stampa organizzata, il coordinatore e candidato sindaco Gaia Silvestri ha fatto un analisi sul risultato elettorale, sugli apparentamenti e sul futuro del movimento che per la prima volta entrerà in Consiglio comunale.

«Il M5S di Massafra - ha affermato Sivestri-  è soddisfatto ed entusiasta per l'importante risultato raggiunto al primo turno. Il nostro grazie va alle 2.271 persone che hanno accondisceso a far approdare a noi il proprio voto di speranza, così come definito da loro stessi. Siamo orgogliosi di questo risultato ottenuto con mezzi, risorse propri e solo con l'impegno, la determinazione e la voglia di fare per la comunità della squadra.

Abbiamo fatto una campagna elettorale seguendo anzitutto il nostro istinto - ha continuato Sivestri-  e i nostri sentimenti. Analizzando i dati, ce n'è uno in particolare che ci ha colpito e anche un po' amareggiato: ci sono stati oltre 500 voti nulli, purtroppo la maggior parte per la nostra coalizione. Questo ci fa riflettere e ci impegna a promuovere iniziative per l'educazione al voto, perché è un vulnus della democrazia quello di esercitare il diritto di voto in modo sbagliato e quindi non poter esprimere la propria appropriatamente.

 Il MoVimento 5 stelle è per la prima volta in Consiglio comunale, (con un seggio rappresentato proprio da Gaia Silvestri ndr), e ha ritenuto di non apparente con nessuno dei candidati. Ci ha fatto un po' riflettere la dichiarazione del sindaco uscente Fabrizio Quarto, che ha sostenuto che l'apparirement non sia un'azione etica e che comporti uno svantaggio per alcuni e un vantaggio per altri.

Non abbiamo ben compreso questa valutazione, se non altro se poi si fa un appello chiedendo il voto agli elettori del MoVimento. Noi siamo fuori anzitutto dalle logiche di vantaggio e svantaggio, di opportunità e aritmie politiche. Abbiamo la nostra identità: siamo l'unico partito che ha delle rappresentanze istituzionali a tutti i e dunque ci impegniamo a presentare le istanze di tutti i cittadini e riportale alle istituzioni per poter dare delle risposte. Il MoVimento ha già dimostrato attenzione verso il nostro territorio, a partire dal presidente Conte, con il quale siamo in contatto e che quindi conferma la propria disponibilità per fare da ponte per le istanze della collettività.

Prendiamo l'impegno e chiediamo a tutti i cittadini di avvicinarsi a noi: siamo un gruppo politico solido, costituito formalmente in aderenza con i principi del MoVimento e con il nostro capo politico Conte, abbiamo uno statuto che pubblicheremo presto e offriamomo in lettura a chiunque vorrà integrarlo per lavorare con noi; chiunque voglia avvicinarsi a noi, non solo per far parte integrante del gruppo ma per essere supporto per le nostre attività, è ben accetto.

La bellezza del nostro gruppo è la differenza di età, di conoscenze, di esperienze, ea noi il diverso piace. Ci sarà un crono-programma delle attività che faremo, siamo già pronti per le nostre proposte.

Siamo felici e sereni, perché il nostro risultato è nostro e solo nostro e dunque non abbiamo di metterlo in vendita: certamente saremo pronti a collaborare con chiunque sarà eletto sui temi, sempre per il bene della collettività, perché questo è l'unico scopo che ha la politica di tutti i riferimenti sani di questa città, che esistono e già si stanno affiancando e hanno assicurato già la propria disponibilità a prendere noi proposte.

E questa è la nostra identità: la politica di servizio, la messa a disposizione delle nostre energie e conoscenze per la comunità. Ripartiamo da noi, ripartiamo da questo consenso che per noi è motivo di orgoglio e di gioia.

È arrivato il tempo per gli ultimi, per le fasce meno protette di non essere solo assistite, ma di essere parte integrato di un sistema anche economico. Offriremo i nostri studi del Terzo Settore e di attivazione di politica sociale a chi verrà eletto».