Parcheggi a pagamento: il PD di Massafra promette battaglia

Politica
visibility1142 - giovedì 14 marzo 2019
di La Redazione
Più informazioni su
nuove strisce blu a Massafra
nuove strisce blu a Massafra © immagine dal web

«Una bomba in arrivo contro cittadini e commercianti massafresi: l’Amministrazione Quarto istituisce dei nuovi parcheggi a pagamento. L’amministrazione del "cambiamento" impone una ingombrante novità su uno dei balzelli più odiate dai contribuenti italiani, le strisce blu».

Il consigliere comunale del Pd, Ida Cardillo e il segretario dei Giovani Democratici Angelo Notaristefano, promettono battaglia sul tema, esprimendo piena insoddisfazione per la scelta effettuata dall'amministrazione di Massafra.

«Tra le pieghe della delibera di giunta n. 23 del 19/02/2019 - sottolineano i due esponenti democratici - con cui sono stati istituiti delle aree di parcheggio per il carnevale, era nascosto un bel “regalo” ai massafresi ovvero l'aumento del numero degli stalli a pagamento .

Le nuove aree per la sosta individuate dalla giunta Quarto sono: corso Roma nel tratto da via Crispiano a via Redipuglia; corso Regina Margherita nel tratto da via Cavallotti a via Taranto; il piazzale antistante lo Stadio Comunale e viale G. Marconi nel tratto da via colonnello Scarano a via Trieste.

Con le nuove disposizioni tra qualche giorno tutto corso Roma sarà a pagamento, tutto corso Regina Margherita sarà a pagamento, tutti i parcheggi vicino all’ex Ospedale Pagliari saranno a pagamento e anche un tratto di viale Marconi sarà a pagamento - continuano - Queste nuove strisce blu si aggiungono a quelle già presenti in piazza Vittorio Emanuele, in piazza Garibaldi, in piazza caduti in Nassiriya, sul lungo valle Nicolò Andria, su corso Italia e su via Vittorio Veneto. Stimiamo che con questa delibera il numero dei parcheggi a pagamento sarà innalzato tra i 450 e 500 stalli.

Ancora una volta - sottolineano gli esponenti dem - a rimetterci saranno i massafresi perché si introduce una tassa indiretta che mette le mani nelle tasche di tutti a causa dei ticket e soprattutto delle multe. A farne le spese saranno i residenti, gli avventori, i commercianti e chi possiede un’attività nelle zone perché tutti dovranno pagare la sosta tariffata. Così facendo si svuota il centro cittadino arrecando forti danni ai commercianti che vi operano. Peggiore la situazione nei pressi del presidio sanitario Pagliari nel cui intorno tutti i parcheggi saranno a pagamento. Un ulteriore balzello per i pazienti, i medici e tutti gli operatori sanitari della struttura. Con l'aumento degli stalli a pagamento, molti spazi dove ora è possibile parcheggiare gratuitamente, non potranno più essere utilizzati nello stesso modo.

Da parte nostra - concludono Cardillo e Notaristefano- nelle prossime sarà ore dura battaglia. Siamo sconvolti da come l’amministrazione si comporta con i massafresi; hanno nascosto l’istituzione dei nuovi spazi a pagamento in una delibera riservata ad altro e non c’è stato nessun coinvolgimento della città nella scelta. La maggioranza pensa soltanto a tassare i residenti e i commercianti dei costi del parcheggio e lanciano questo provvedimento senza alcuna connessione con il piano della mobilità , ancora in fase di realizzazione dal dicembre 2017, e senza nessun investimento sul trasporto pubblico. Contrasteremo questo provvedimento nelle strade e nelle aule del municipio al fianco dei cittadini per togliere queste inutili strisce blu».