Primarie del centrosinistra a Massafra: «​​Festa di democrazia e partecipazione»

Politica
visibility1011 - martedì 14 gennaio 2020
di Luigi Serio
Più informazioni su
Seggio a Massafra
Seggio a Massafra ©

A due giorni dal risultato delle primarie che hanno visto prevalere il governatore uscente Michele Emiliano, abbiamo intervistato il segretario del circolo cittadino del Partito Democratico di Massafra Domenico Lasigna.

A Massafra su 765 votanti, 859 lo scorso anno, in 584 hanno votato il sindaco di Puglia.

«È stata una festa di democrazia e partecipazione - ha commentato Lasigna - e il popolo delle primarie ha eletto Michele Emiliano a candidato del centrosinistra per la presidenza della regione Puglia.

Ora è il momento di marciare uniti per vincere la battaglia principale, "la battaglia per la Puglia", così come lo stesso Emiliano ha detto!

Domenica 80 mila pugliesi, sfidando il freddo, si sono messi in fila per farsi sentire e testimoniare, nonostante il risultato scontato, per dire che ‘noi ci siamo e scegliamo il nostro candidato presidente’. Ancora una volta una grande partecipazione che dimostra un forte senso di appartenenza alla grande famiglia democratica e riformista pugliese.

Lo sosteniamo da tempo: Noi non rinunceremo mai a questo straordinario esercizio di democrazia che sono le primarie: I nostri candidati li facciamo scegliere dal popolo, gli altri li scelgono in 3 o 4 in qualche stanza milanese o al massimo romana.

E, nonostante l’esito scontato e la poca campagna d’informazione svolta in meno di una settimana, anche a Massafra il risultato di partecipazione è soddisfacente: si sono recati al seggio 765 votanti, un dato di partecipazione in linea con le elezioni primarie degli anni precedenti.

Questo a dimostrazione del fatto che anche a Massafra esiste il popolo di centrosinistra delle primarie e decide di partecipare, di testimoniare che c’è. Alla faccia di chi continua, imperterrito, a demonizzarle adducendo falsità.

Dal 2005, da ben 15 anni le Primarie sono un presidio permanente di trasparenza, senza alcuna opacità, soprattutto sulle operazioni di voto. Non è complicato verificarlo, bastava affacciarsi al seggio o al massimo si può chiedere alle centinaia di cittadini che hanno animato la sede.

Da presidente di seggio voglio ringraziare tutti i volontari, la macchina organizzativa che ancora una volta hanno messo su una straordinaria giornata di democrazia.

Da oggi inizia la vera battaglia, la battaglia per la Puglia. La Puglia dei pugliesi e di nessun’altro! Come ha ben detto Emiliano si riparte uniti, con la coalizione della Puglia, incominciando a scrivere il programma. Ripartendo da ciò che di buono è stato fatto, ma soprattutto dalle criticità, facendo tesoro del passato, per riaffermare con più forza i nostri valori e principi.

Contro chi non ha a cuore le sorti di questo territorio, ma soprattutto per continuare con forza nelle politiche di decarbonizzazione, di tutela della salute dei cittadini, per il lavoro, per lo sviluppo sostenibile».