Ginosa, mozione di sfiducia per il presidente del consiglio comunale

Politica
visibility228 - mercoledì 05 febbraio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Ginosa
Ginosa © .

"Un atto dovuto per coerenza politica alla luce delle continue violazioni del Regolamento per il Funzionamento del consiglio comunale da parte del Presidente Rizzi": è con queste parole che il gruppo consigliare Movimento 5 Stelle di Ginosa ha depositato una mozione di sfiducia nei confronti del Presidente del Consiglio comunale Rizzi.

"Tale azione - si legge nella nota stampa diffusa - si è resa inevitabile anche a seguito delle dichiarazioni fatte nella singolare conferenza stampa tenuta dal Presidente Rizzi, durante la quale si è autodefinita “ultimo baluardo per la trasparenza e la democrazia di questo Comune”, e delle sue soggettive contestazioni mosse addirittura nei confronti della Prefettura di Taranto attraverso una missiva, in cui ha criticato l’operato dell’ex Prefetto Bellomo.

Il nostro Ente non può apparire offensivo nei confronti dell’Ufficio del Governo sul Territorio.
Io e il Gruppo di Maggioranza, con profondo imbarazzo istituzionale, prendiamo le distanze da queste esternazioni, nonchè dalle assurde accuse di mobbing di cui il Presidente si è definita vittima.

La mozione di sfiducia, che sarà votata a scrutinio segreto, necessita dei due terzi dei componenti del Consiglio per poter essere approvata. La votazione avverrà già nel corso del prossimo Consiglio Comunale in programma per giovedì 13 febbraio alle ore 17.
Per questo, confidiamo nel senso istituzionale dei Consiglieri di Minoranza, con cui dialogheremo nei prossimi giorni, al fine di ripristinare l’immagine e il rispetto che la massima assise comunale merita, nell’interesse delle Comunità che tutti rappresentiamo".