Bilancio 2021, Lopane: «Una manovra che restituisce speranza ai pugliesi»

Politica
visibility430 - mercoledì 23 dicembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Il consigliere regionale Gianfranco Lopane
Il consigliere regionale Gianfranco Lopane ©

«Questa notte il Consiglio regionale pugliese ha approvato il suo bilancio di previsione 2021. Una manovra che restituisce un ottimo lavoro di bilancio ai nostri concittadini pugliesi in un momento caratterizzato dalla pandemia».

Lo ha reso noto il consigliere regionale Gianfranco Lopane.

«Una situazione di grave difficoltà - ha affermato il già sindaco di Laterza - alla quale la Regione Puglia ha saputo rispondere fin dal primo momento, non soltanto con risorse aggiuntive ma anche con misure efficaci che hanno fatto della nostra regione una di quelle che meglio ha reagito alla crisi da coronavirus. In questo contesto la giornata del 27 dicembre, avvio della campagna vaccinale, rappresenta per tutti noi una grande speranza e soprattutto un momento di ripartenza. Un momento al quale tutti guardiamo con molta attenzione e anche questa Manovra di bilancio ha degli elementi importanti che per il prossimo futuro non potremo sottovalutare.

La pandemia riporta in maniera importante nell'agenda politica la riqualificazione delle politiche per la salute e noi in questa direzione abbiamo lavorato. Il covid ci dimostra che le nostre Manovre di bilancio non potranno più essere caratterizzate dai tagli lineari degli scorsi decenni ma al contrario dovranno lavorare sul potenziamento della rete territoriale.

Dovranno continuare a investire sui grandi ospedali, come per esempio quelli in costruzione in Valle d'Itria o a Taranto. Dovranno continuare a puntare sulla rete di emergenza-urgenza: in questa Manovra per esempio si è votato per l'istituzione della sesta centrale del 118, quella della provincia BAT. Dovranno continuare a investire anche in formazione: in questa Manovra sono contenute anche le borse di studio per le specializzazioni di medicina che serviranno sicuramente ad allargare il numero di medici di cui avremo anche in futuro assolutamente bisogno.

È una Manovra che continua a puntare sulla spesa sociale: con 110 milioni di euro vengono finanziate tutte le misure di welfare precedentemente incluse negli altri bilanci, dagli assegni di cura ai buoni di servizio e l'assistenza domiciliare e, ancora, si continua a puntare sui fondi per il diritto allo studio e sulle iniziative legate allo sport. Un elemento di novità è il finanziamento regionale che si andrà ad unire a quello governativo per l'avvio dei Giochi del Mediterraneo che nel 2026 si svolgeranno a Taranto e nella Provincia e che saranno un elemento assolutamente importante per il rilancio sportivo sociale e culturale della nostra regione. Inoltre si continua a investire nella rete dei trasporti pubblici: i 6 milioni di euro in più rispetto all'anno scorso, serviranno anche a garantire il ritorno all'attività didattica in presenza. Una manovra che punta anche sull’efficientamento della macchina amministrativa: risparmi notevoli sui fitti passivi, sull’efficientamento del patrimonio pubblico, sulla riduzione delle spese legali e anche sulla migliore governance degli approvvigionamenti e delle forniture pubbliche che permettono non soltanto di essere più efficaci e più efficienti ma di garantire anche una pressione fiscale che è fra le più moderate tra le Regioni d'Italia.

Il tutto ci restituisce un quadro solido, che viene confermato anche da società indipendenti di rating, un quadro solido dal punto di vista economico-finanziario, dal punto di vista delle politiche assunzionali che porteranno nuova linfa anche nella macchina amministrativa nel prossimo futuro, un quadro solido anche dal punto di vista della capacità di spesa dei fondi strutturali. Sarà questo un tema centrale nei prossimi mesi non soltanto perché sono state cofinanziate con 250 milioni di euro le misure che verranno dal Recovery Fund ma anche perché, con l’ulteriore risorsa stanziata di 200 milioni, andranno ad essere recuperati quei progetti che nel recente passato i Comuni hanno formulato e che riguardano, ad esempio, infrastrutture verdi, rigenerazione urbana e progetti di Community Library.

Dimostreremo ancora come la Regione Puglia ha la capacità di investire e fare in modo che queste risorse provvedano a garantire una ripartenza nel segno della speranza.

In questo momento è assolutamente centrale il dibattito che si sta svolgendo a livello delle Regioni del Mezzogiorno d'Italia per garantire che le giuste risorse previste dal Next Generation EU vengano stanziate anche per la nostra Regione e che diventino progetti importanti per uscire da questo periodo critico.

Il 27 dicembre per noi è un giorno assolutamente importante, un giorno di speranza ma anche un giorno di ripartenza che servirà a garantire il futuro della Puglia per le prossime generazioni.

Con questo segnale di speranza - ha concluso Lopane - il gruppo consiliare CON Emiliano rivolge ai pugliesi i migliori auguri, non solo per un buon Natale ma soprattutto per un anno nuovo che sia all'insegna della ripartenza».