Riparte il campionato per la SSD Massafra C5 Femminile

Sport
visibility277 - sabato 01 maggio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
SSD Massafra C5 Femminile
SSD Massafra C5 Femminile ©

Un nuovo ambizioso progetto di calcio a 5 femminile è nato a Massafra con la SSD Massafra C5 Femminile che domenica tornerà in campo, nel campionato di serie C, al cospetto del Mola (in quel di Noci).

Tanto entusiasmo tra le ragazze dell’allenatrice Isabella Fuggiano come conferma la direttrice del sodalizio giallorosso Ida Cardillo.

«Effettivamente una realtà di calcio a 5 femminile a Massafra già esisteva, la Virtus Massafra, formazione che disputava il campionato OPES - ha spiegato Cardillo -. In estate ho avuto modo d’incontrare le ragazze e l’allenatrice Fuggiano proprio perché mi piaceva l’idea di un progetto differente in paese: quando parlai con il mister mi mostrò il grande potenziale e talento di alcune ragazze cercando di sostenere il loro sogno e desiderio di emergere.

Così abbiamo pensato di inserire e far diventare questa realtà SSD Massafra e di farne un tutt’uno con la nuova società che partecipa al campionato di calcio a 11 maschile d’Eccellenza.

Come detto, in rosa c’erano già delle ragazze molto talentuose. Con questa nuova denominazione si sono aggregate altre giocatrici. Poi, purtroppo, il Covid non ci ha permesso di sviluppare il nostro progetto al meglio: le nostre intenzioni sono quelle di realizzare anche una scuola calcio di calcio a 5 femminile tanto che avevamo fatto anche un Open Day. Avremmo pubblicizzato il tutto anche nelle scuole. Mi sono appassionata tanto e tutto ciò mi da’ grandi stimoli.

Partecipare ad un campionato regionale FIGC ci regala grandi gioie. Per il paese è molto importante militare in questa disciplina in una manifestazione di un certo livello. Per ogni atleta, vista anche la giovanissima età, è un sogno per noi un bel progetto che vuol far crescere anche la cultura di Massafra: perché lo sport è cultura.

Per questo finale di stagione le ambizioni non sono grandi: la cosa fondamentale è iniziare a tornare alla vita normale dopo aver iscritto questa squadra con tanto entusiasmo ad un campionato così avvincente. Interrompere definitivamente tutto sarebbe stato un vero peccato nonostante il grande problema delle strutture sportive che rappresentano un ostacolo importante. Affronteremo queste ultime sfide in modo che le ragazze possano divertirsi e fare gruppo. Poche sono maggiorenni ed esperte e a livello d’approccio alla gara devono crescere. In condizioni migliori, in futuro, riapriremo la campagna acquisti perché le nostre ambizioni future sono alte».