Calcio, per il Massafra parla Difino: «Bisogna affrontare ogni gara con il massimo impegno»

Sport
visibility491 - mercoledì 13 novembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Il direttore Generale Pino Difino
Il direttore Generale Pino Difino © Mimmo Cassano

Domenica prossima l'Asd Città di Massafra non scenderà in campo visto che in programma c’era il match con il San Marzano, squadra radiata dal campionato.

A tracciare un bilancio, su questo primo scorcio di campionato è il direttore generale Giuseppe Difino: «La mia valutazione su questo primo nostro scorcio di stagione è soggettiva ma positiva. Aver mantenuto le promesse della vigilia di stare tra le prime ci gratifica così come anche l’essere l’unica squadra imbattuta. Potevamo avere qualche altro punto ma credo nella regola della compensazione e quindi mi auguro che in qualche match in cui non meriteremmo il bottino pieno riusciremo a conquistarlo.

Questa settimana è iniziata normalmente: martedì ci siamo allenati anche se per il meteo abbiamo anticipato la fine della seduta. Se troviamo la possibilità di disputare una partita amichevole, domenica mattina o sabato la faremmo volentieri. Valutiamo anche una partitella in famiglia.

Quando una società come il San Marzano arriva a queste situazioni è sempre un peccato, ancor di più, in questo caso, perché una squadra tarantina e rispecchia la crisi che sta attanagliando il territorio e i limiti dell’imprenditoria nonostante a San Marzano ci fossero le cantine sociali e la banca. Forse, oggi, non c’è più tanta voglia di esporsi nel calcio come accadeva una volta. Dispiace anche per il girone: spero che questa radiazione non falsi gli equilibri.

Ho visto all’opera il Noci Azzurri domenica scorsa nel ko con l’Alberobello. Mi ha fatto una buona impressione: dispone di una difesa solida, di un centrocampo creativo e di un attacco interessante. Prima di domenica erano imbattuti ma hanno perso negli ultimi minuti grazie ad una bella punizione calciata da un calciatore dell’Alberobello. Sconfitta che non è stata colpa loro. Giocano bene su un campo in erba sintetica regolare. Sarà una partita dura perché il Noci può occupare le zone alte della classifica.

Per quanto riguarda il campionato ci sono sempre sorprese: domenica scorsa si pensava dovesse essere una giornata interlocutoria ma, invece, così non è stato. Nessuno pensava che il Talsano perdesse con il Ceglie o s’immaginava il nostro pareggio con un buon San Giorgio così come lo stop del Polimnia con il Lizzano. E’ bello che sia così: può succedere di tutto, perciò, bisogna affrontare ogni gara con il massimo impegno».