"Giornate Europee del Patrimonio", protagonisti gli studenti della "De Amicis-Manzoni"

L'iniziativa L'iniziativa

Nello scorso weekend sono state celebrate le "Giornate Europee del Patrimonio", iniziativa promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, ha avuto inizio a Massafra il progetto "Scopriamo e amiamo la città e il suo territorio" finanziato con il "POR Puglia 2013-2020 - Asse VI - azione 6.7".

«Quando si parla della Massafra che vorremmo - ha spiegato il vicesindaco e assessore al Turismo Domenico Lasigna -, non possiamo dimenticarci di quei monumenti tangibili e reali che abbiamo e che dovremmo proteggere e di come vorremmo che fossero trattati.

I beni culturali fanno parte di una memoria storica che non dobbiamo essere disposti a perdere, costituiscono risorse uniche e non rimpiazzabili. I monumenti, la civiltà rupestre, le cripte, le gravine e tanto altro sono un patrimonio culturale che abbiamo avuto la fortuna di ereditare in secoli di storia e di cui possiamo vantarci, un patrimonio che va tutelato, conservato, restaurato, protetto, valorizzato, va fatto conoscere, stimolando la partecipazione attiva soprattutto delle nuove generazioni.

Questi sono i temi della manifestazione le "Giornate Europee del Patrimonio", che nello scorso weekend hanno animato i luoghi della cultura in tutta Italia.

Ed il 19 settembre scorso è stato riavviato il progetto “Scopriamo e amiamo la città e il suo territorio”, inserito nell’ambito dell’avviso pubblico “I luoghi identitari della Puglia – interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale”. 

Nasce da una proposta dell'istituto comprensivo “De Amicis – Manzoni” di Massafra ma dopo la sottoscrizione della convenzione, nel novembre del 2019, tra la Regione Puglia con il Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio e il Comune di Massafra con il sindaco Fabrizio Quarto, subisce uno stop proprio sul nascere a causa dell’emergenza Covid nel marzo 2020.

Dopo due anni, l’assessorato alla Cultura, Spettacolo, Turismo, Marketing Territoriale, Innovazione Tecnologica ha riavviato le attività di concerto con il dirigente scolastico Rosa Favale, l’assessorato alla Pubblica Istruzione e i soggetti attuatori (l’ente di formazione professionale “E. Fermi” di Massafra e la Cooperativa Nuova Hellas).

Pertanto, dalla seconda metà di settembre e per tutto il mese di ottobre 2022, gli alunni delle classi prime della scuola secondaria di primo grado, plesso Manzoni, saranno coinvolti in attività laboratoriali e visite guidate, condotte da esperti, che li porteranno a scoprire il patrimonio storico-culturale della città di Massafra.

Il progetto è finalizzato, infatti, alla promozione, alla conoscenza, alla tutela e alla conservazione della storia di Massafra, del suo patrimonio storico, architettonico, archeologico, culturale e ambientale.

I giovani studenti potranno conoscere la grande ricchezza dei “beni culturali” presenti nella nostra città, imparando a tutelarli e valorizzarli attraverso i corsi di restauro, lo studio dei manufatti, la ricerca storico-artistica, la realizzazione di testi, blog e materiale video e le visite guidate sul territorio. 

Per la sua buona riuscita è doveroso ringraziare la coordinatrice del progetto ingegnere Angela Laterza, la dottoressa Stefania Albanese dell’ufficio Cultura, il dirigente scolastico Rosa Favale e il Comandante della Polizia Locale dottor Mirko Tagliente, che sta garantendo la sicurezza dei nostri piccoli concittadini».

Le notizie del giorno sul tuo smartphone
Ricevi gratuitamente ogni giorno le notizie della tua città direttamente sul tuo smartphone. Scarica Telegram e clicca qui

La Redazione - sab 3 dicembre

«Dopo 250 giorni, è arrivata la soluzione per poter completare i lavori del ...

La Redazione - sab 3 dicembre

Ancora in aumento il numero di positivi a Massafra. Sono quattro settimane di continua crescita dei contagi. ...

La Redazione - sab 3 dicembre

La situazione del centro siderurgico ex Ilva, ora Acciaierie d’Italia, a Massafra sarà ...