STA MALATIE


In occasione di San Valentino, festa degli innamorati, ecco una fantastica poesia in dialetto castellanetano, tratta dal "Purcedduzze e Cartagghiete del Prof. Edo Carella, interpretata dal Professore e da Giuseppe Cantore.



STA MALATIE

Ci me pìnze
me fìsckene i rècchje;
ci me tremìnde
jì pèrdeche i sìnze;
ci me parle
me sènde murì;
ci me tuècche
m'appìcce a fanove.
Ah Matalèna, iàngele miè,
l'alde no sàpene de sta malatìe.

E sine e sine e sine,
pìzzeche u iàdde la iàddine;
e mo' e mo' e mo'
vrème a vacche sott o voè;
e none e none e none
fiscke jìnde a gagge u calandròne;
e scià e scià e scià
che te l'ammore vogghje fa.

ogne matine
sotte a fenèstre,
cu calle e ca nève
'nziste e ca frève,
tremènde i curtine
d'addò me stè spìe.
Chidde uècchje
ca pàrene alìe,
cudde musse
apìerte a sckattone
cudde piètte
ca me fèsce sunnè!
Ah Matalène, iàngele mìe,
l'ald no sàpene de sta malatìe!

E sine e sine e sine,
pìzzeche u iàdde la iàddine;
e mo' e mo' e mo'
vrème a vacche sott o voè;
e none e none e none
fiscke jìnde a gagge u calandròne;
e scià e scià e scià
che te l'ammore vogghje fa.

Quanne tu passe
me sènde squagghjè,
me manghe u curàgge
de putàrte parlè.
Tutte i cose ca tègne da disce
i manne a te che nu scialìsce.
Jìnde a sti uècchjè chjìne de mère
vulìsse na dìe affuquè,
e che sti vrazze ca se fàscene scidde
suse a na nùvele te vogghje purtè.
Ah Matalè, iàngele mìe,
l'alde no sàpene
de sta malatìe!

E sine e sine e sine,
pìzzeche u iàdde la iàddine;
e mo' e mo' e mo'
vrème a vacche sott o voè;
e none e none e none
fiscke jìnde a gagge u calandròne;
e scià e scià e scià
che te l'ammore vogghje fa.

Te pènze ogne diè cu core 'nganne
e no 'nge sté fiéte de vìende
o sprusce de frasche
ca me fèsce avvertìende
a quanne tu scinne.
E abbàsce fundène
te pegghjìebbe che mène,
e a rzol s'anghjì
de vàsere e suspire.
Ma doppe saprìjste come a nu fume,
nescine parlève, nesciune sapève;
pure a fenèstre, nesciune sapève;
pure a fenèstre facève a mamone
e me lassò abbasce accome a nu cardamone.
Ah Matalène, iàngele mìe,
l'alde no sàpene
de sta malatìe!

E sine e sine e sine,
pìzzeche u iàdde la iàddine;
e mo' e mo' e mo'
vrème a vacche sott o voè;
e none e none e none
fiscke jìnde a gagge u calandròne;
e scià e scià e scià
che te l'ammore vogghje fa.

Le notizie del giorno sul tuo smartphone
Ricevi gratuitamente ogni giorno le notizie della tua città direttamente sul tuo smartphone. Scarica Telegram e clicca qui

La Redazione - mer 28 settembre

A Castellaneta, la mensa scolastica partirà lunedì 3 ottobre. ...

La Redazione - mar 27 settembre

Si è aggiudicato la finale italiana della Sustainable Cocktail Challenge e il relativo pass per la finale europea della cocktail ...

La Redazione - mar 27 settembre

È stata rinviata ad oggi pomeriggio (martedì 27 settembre) la processione in onore dei Santi Medici Cosma e Damiano. ...

La Redazione - lun 26 settembre

È tempo di ripartenza per il "Season Cafè" di via Mastrobuono. In occasione della serata inaugurale. . . c'eravamo anche noi! ...

La Redazione - lun 26 settembre

Anche a Castellaneta il responso delle urne ha decretato la vittoria del centrodestra. A seguire, il Movimento 5 Stelle e staccato ...

La redazione - mer 14 marzo 2012

di Gino D'Orazio ...

La redazione - gio 5 aprile 2012

di Gino D'Orazio ...

La redazione - ven 6 aprile 2012

di Gino D'Orazio ...