«Il dottor Galante potrebbe dimettersi, facciamoci sentire!»

Cronaca
visibility4961 - lunedì 29 giugno 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Il dottor Galante con il presidente della Regione Puglia Emiliano
Il dottor Galante con il presidente della Regione Puglia Emiliano © ViViWebTV

«Il dottor Galante, primario del reparto Ortopedia dell'ospedale San Pio di Castellaneta, starebbe per rassegnare le sue dimissioni a causa di promesse disattese circa il potenziamento del suo reparto, sia dal punto di vista di attrezzature che di risorse umane (medici ortopedici)».

Ad affermarlo è Antonio Mezzapesa, coordinatore del movimento civico castellanetano nato per difendere l'ospedale di Castellaneta ed il suo primo livello.

«Abbiamo già perso il dottor Rinaldi (Oncologia) per pensionamento, ora si prospetta un altro caso più spinoso e delicato: una problematica che noi tutti dobbiamo cercare di arginare.

Il dottor Galante, con il suo lavoro preziosissimo, ha risollevato il nostro ospedale in termini di affidabilità; a nostro parere ha ragioni da vendere, per questo invito tutti i cittadini a sostenere la sua lotta sognando un reparto di Ortopedia finalmente potenziato».

Ma c'è dell'altro: secondo Mezzapesa, sarebbe fondamentale accendere i riflettori nuovamente su Pediatria, con la dottoressa Chinellato acora orfana di quei medici pediatri che le consentirebbero di riaprire un reparto, per Mezzapesa aperto solo per consulenze.

«Che dire poi - ha aggiunto - dei lavori non ancora iniziati all’Utic-Rianimazione? Sembra che manchi solo il parere tecnico dei Vigili del Fuoco.

Chiediamo ai presidenti di Regione e Provincia, Emiliano e Gugliotti, e ai direttori della Asl di Taranto e dell'ospedale San Pio, Rossi e Tatò, un incontro per scongiurare quanto descritto. In caso contrario, studieremo con tutti i cittadini modalità di protesta consone al periodo di emergenza Covid-19 che stiamo vivendo.

Non possiamo assistere inermi all’abbandono del nostro ospedale.