Mottola celebra la Giornata nazionale del dialetto

Attualità
visibility367 - mercoledì 13 gennaio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Il poeta Michele Lentini
Il poeta Michele Lentini ©

Patrimonio identitario e prezioso veicolo comunicativo, il dialetto è una risorsa da tutelare e salvaguardare. 

È per questo che in occasione della Giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali, ideata dall'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia (Unpli), lo studioso di storia locale Sergio Natale Maglio ha previsto un evento, ovviamente da remoto, che avrà luogo sul gruppo Facebook La Mottola che fu, di cui è amministratore.

A partire dalle 17:30 di domenica 17 gennaio, una serie di interventi esploreranno il rapporto del dialetto con il territorio mottolese attraverso una versione dialettale della parabola del "Figliuol prodigo", che venne registrata il 16 settembre 1964 dalla viva voce del poeta, scrittore e storico Michele Lentini.

All'epoca Lentini, uomo di cultura estremamente noto a Mottola, dove sarebbe morto in tarda età, nel 1979, aveva 78 anni ed era il direttore della biblioteca comunale, che lui stesso aveva fondato alcuni anni prima.

La registrazione, come ha spiegato Sergio Natale Maglio, fa parte dei materiali sonori sui dialetti di Puglia che vennero raccolti negli anni '60 dall'insigne linguista sipontino Michele Melillo, e che sono conservati nell'archivio della Discoteca di Stato.

Il documento sonoro, come detto, verrà proposto e commentato nel corso di una diretta sulla pagina del gruppo di ricerca storica La Mottola che fu, condotta da Domenico Laneve con interventi di Valerio Rota, dottore di ricerca e insegnante, Andrea Carbotti, collaboratore del nostro giornale, e dello stesso Maglio.