Sciarpa in dono e palazzi color arancio: il Soroptimist Club Taranto contro la violenza sulle donne

Attualità
visibility55 - mercoledì 24 novembre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Sciarpa in dono e palazzi color arancio: il Soroptimist Club Taranto contro la violenza sulle donne
Sciarpa in dono e palazzi color arancio: il Soroptimist Club Taranto contro la violenza sulle donne ©

Per la ricorrenza del 25 novembre, "Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne", il Soroptimist Club di Taranto lancia lo slogan “Avvolgiamoci d’arancio” e regala una sciarpa di colore arancio a tutte le donne che, venerdì 26 novembre al mercato rionale della Salinella e sabato 27 al mercato rionale dei Tamburi, raggiungono la postazione dell’Aassociazione “Sostegno donna” Alzaia, dalle 8 alle 12.

Da alcuni anni le Nazioni Unite propongono il tema Orange the World, campagna dal forte impatto simbolico, che unisce le diverse iniziative e gli eventi realizzati contro la violenza di genere. Il Soroptimist International d’Italia ha fatto propria l’iniziativa e, attraverso le sue 6000 socie, si attiva presso le istituzioni, la società civile, i media e i social, per una mobilitazione corale contro la violenza. L’arancione, per sedici giorni - dal 25 novembre al 10 dicembre, Giornata Internazionale dei Diritti Umani - diventa il simbolo che lega e caratterizza tutte le attività promosse sul territorio nazionale per centrare l’attenzione su questi temi tanto forti e attuali.

Anche quest’anno, per il 25 novembre, il Soroptimist club di Taranto, in accordo con il comando provinciale dei Carabinieri e con il Comune di Taranto, si è fatto promotore dell'illuminazione di arancio, subito dopo il tramonto, delle sedi del comando dei carabinieri e del Palazzo di città, al pari dei monumenti di molte città in Italia e all’estero.

Inoltre, per la prima volta, ha chiesto alla Marina Militare e ottenuto che anche il Castello Aragonese si illumini di arancio; tutto questo per condividere e mobilitare sempre più e sempre meglio le coscienze sulla gravità del problema e nella consapevolezza che solo con l’impegno di tutti sia possibile cambiare realmente il paradigma della violenza. Solo la conoscenza, l’informazione e l’approccio consapevole verso un riferimento qualificato possono aiutare nel modo giusto chi è in difficoltà.