Nuovo presidente per il Rotary Club di Massafra

Attualità
visibility2723 - martedì 16 luglio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Il presidente uscente e il nuovo presidente del Rotary Club
Il presidente uscente e il nuovo presidente del Rotary Club © Web

Il presidente uscente il broker finanziario Vito Semeraro passa il testimone alla professoressa Rosanna Rossi.

Il Rotary Club Massafra ha celebrato il suo ventesimo “Passaggio del martelletto”. Il 6 luglio scorso il wine resort “Masseria Amastuola” ha ospitato l’importante cerimonia.

Quello del “Passaggio del martelletto” è il momento più importante dell’anno rotariano.

La cerimonia è stata aperta dal discorso di fine mandato del presidente uscente Vito Semeraro il quale ha ripercorso i momenti salienti dell’anno con particolare riferimento ai tanti service messi in campo e portati a termine con successo. Quello tracciato dal presidente uscente è stato dunque un dettagliato e puntuale bilancio dell’anno sociale appena conclusosi.

Tanti sono stati gli eventi di altissima caratura culturale messi in campo nel corso dell’anno. Filo conduttore è stato il motto “Rotary: condivisione, servizio, impegno”.

Diversi service sono stati dedicati alla prevenzione a partire da “ Per vedere il Rotary ti vede” iniziativa per la quale il dottor Sanarico ha potuto effettuare uno screening gratuito della vista dedicato ai bambini della scuola elementare “ De Amicis” di Massafra e “ Giovanni XXIII” di Palagiano. Ancora in tema di salute e prevenzione larghissimi consensi hanno riscosso gli screening gratuiti nell’ambito dell’iniziativa “Le domeniche della salute”, quattro giornate in cui la prevenzione è scesa in piazza avvicinandosi ai cittadini. Da ricordare il contributo economico offerto alla campagna internazionale portata avanti dal Rotary Club International per l’eradicazione della poliomelite.

Grande attenzione è stata dedicata alla tutela dell’ambiente, argomento affrontato nelle sue molteplici sfaccettature nel corso di alcuni incontri culturali appositamente organizzati.

Nell’ambito delle azioni dedicate ai giovani è importante ricordare la partecipazione dell’architetto Valentina Galiulo al programma RYLA 2019, la conferenza dedicata alla prevenzione delle dipendenze, e la ricostituzione dell’Intreract Club ovvero la fascia di piccoli rotariani di età compresa tra gli 11 ed i 18 anni.

Degni di nota anche due progetti di solidarietà portati a termine: il corso di educazione stradale per immigrati richiedenti asilo svoltosi a Palagiano e la ristrutturazione del centro “Nostra Signora della Visitazione” a Santana do Sao Francisco nel nord est del Brasile.

Ultimo service portato a termine in ordine di tempo è stato la pubblicazione del libro “Le chiese rupestri del Tarentino occidentale: una guida alla conoscenza”. Si tratta di una guida che accompagna il lettore in un viaggio alla scoperta delle chiese rupestri di Massafra, Mottola e Palagianello realizzata con il preziosi contributi del compianto professor Roberto Caprara. Il volume è in distribuzione a tutti i Rotary Cub d’Italia per favorire la conoscenza delle bellezze del territorio ed attirare l’attenzione dei turisti.

Terminato il discorso di fine mandato del presidente Semeraro, è stato proiettato un video che ha ripercorso per immagini l’anno sociale.

L’ultimo atto del presidente uscente è stato consegnare gli attestati di merito per ringraziare quanti, a vario titolo, si sono spesi per il Club e le massime onorificenze rotariane.

Tre sono state le prestigiose Paul Harris Fellow consegnate dal presidente Semeraro. Premiati il past president avvocato Luigi Salvi per l’attività portata avanti nel corso del suo anno di presidenza e due eccellenze imprenditoriali del territorio. Insigniti della prestigiosa “Paul Harris Fellow” Antonio Lenoci “per il suo illuminato spirito imprenditoriale, per i successi ottenuti, esempio e modello di eccellenza, di sviluppo ed innovazione sul mercato nazionale ed internazionale. Infatti, Stoma Group s.p.a. è riconosciuto a livello internazionale per la qualità delle sue lavorazioni e costruzioni meccaniche, avendo maturato un’esperienza trentennale nel settore meccanico – metallurgico” e la dottoressa Rosa Maria Ladiana, amministratore unico della casa di cura “Villa Verde” “perché la gestisce con passione ed etica, secondo i più moderni criteri, e per averla resa centro di eccellenza del territorio. La Casa di Cura Villa Verde, infatti, produce ed eroga in modo efficiente prestazioni sanitarie e assistenziali di base e di alta complessità, di efficacia scientificamente dimostrata ed appropriata, e contribuisce alla promozione, al mantenimento e allo sviluppo dello stato di salute della comunità, non limitandosi a garantire prestazioni sanitarie, ma perseguendo l’obiettivo della salute, inteso quale miglioramento complessivo della qualità di vita della popolazione.”

Con il momento dello scambio del collare è avvenuto ufficialmente il passaggio del testimone e la professoressa Rosanna Rossi è stata nominata presidente in carica del club service.

Primo atto ufficiale della presidente Rossi è stato pronunciare il suo discorso programmatico nel corso del quale ha tracciato le linee guida che saranno il filo conduttore del suo anno di presidenza. Interessante il motto scelto dalla presidente Rossi per il suo anno di presidenza “Il futuro dipende da ciò che si fa oggi”: « Il sostegno e lo sviluppo alle nuove generazioni – ha motivato la neo presidente –rappresenta il nucleo fondamentale del mio anno, convinta quale sono che i giovani costituiscono l’energia vitale per il Rotary; un’energia che va sostenuta, fatta crescere e portata a frutto nei nostri club.»

Ha fatto seguito l’investitura e la presentazione del nuovo consiglio direttivo e dei presidenti di commissione per il nuovo anno sociale.

Ad impreziosire la serata l’ingresso di tre nuovi soci nel Rotary Club massafrese che si arricchisce dunque di nuova linfa.