"Alberghi. Una tremenda ostinazione": a Chiatona, spettacolo strappapplausi

Attualità
visibility833 - lunedì 05 agosto 2019
di Luigi Serio
Più informazioni su
Alberghi. Una tremenda ostinazione
Alberghi. Una tremenda ostinazione © Luigi Serio

Un tuffo nel passato, dove il tempo si è fermato. Con queste parole potremmo riassumere l'esperienza e l'emozione che abbiamo vissuto dover aver assistito dello spettacolo "Alberghi. Una tremenda ostinazione" che ha visto in questi giorni protagonista gli hotel, ormai abbandonati, "La Petite Fleur" e "Hotel Milano" di Chiatona (marina di Massafra e Palagiano).

Lo spettacolo, prodotto dal Teatro delle Forche in collaborazione con Reset Chiatona, per la regia di Kepler-452, Nicola Borghesi e Enrico Baraldi, rientra nel progetto "Clessidra" e tutte le repliche da giovedì 1 a domenica 4 agosto sono state subito sold out.

I tanti partecipanti hanno potuto cercare il proprio luogo nello spazio e riempirlo, in uno spazio che non è nato per fare spettacoli ma che è stato molto frequentato, fino a più di 10 anni fa, da ospiti di tutte le età. Chi non ricorda i tuffi in piscina dell'hotel "La Petite Fleur" e gli eventi festeggiati in quella location?

Sapere adesso che lì dentro c'è Pasquale, il proprietario, che vive da solo in una struttura che è rimasta incompleta come incompleto è rimasto il suo cuore, in attesa della sua amata. Quella donna che l'ha ispirato a intitolare la struttura "La Petite Fleur" come il brano che li ha fatti incontrare e ballare quando si sono conosciuti negli anni '70.

Pasquale, 84enne, è il vero protagonista dello spettacolo con la sua storia, con le sue opere d'arte e l'amore per la pittura, insieme alle storie dei suoi tanti ospiti, da Mike Buongiorno agli ossessionati della forma fisica, dalla signora delle pulizie ai migranti, dall'agente immobiliare all'amante, senza dimenticare quella chiamata da un persona inaspettata. Tutte storie interpretate da giovani attori che sono riusciti a far emozionare gli spettatori e renderli partecipi delle scene.

La location aveva qualcosa di magico, quasi di surreale, quadri sparsi ovunque, ventilatori a soffitto che cigolavano, rane che gracidano in quel poco d'acqua rimasta in piscina, tutto rimasto immobile come i tanti orologi con le lancette ormai ferme in cui tutti i giorni sembrano ormai uguali.

Tanti gli applausi a fine serata per gli attori Michele Bramo, Giorgio Consoli, Andrea Dellai, Daniela Delle Grottaglie, Valentina Foglianisi, Erika Grillo, Giuseppe Marzio, Giulia Mento, Ermelinda Nasuto, Chiara Petillo, per gli organizzatori e per Pasquale che adesso, ogni volta che mi troverò a passare davanti alla sua struttura, la saluterò con un "Per la Petite Fler, Hip Hip Hurra" e un pensiero lo rivolgerò a lui sapendo che aspetta lì la sua amata nella sua "La Petite Fleur" che mai abbandonerà.