Sulle orme di San Francesco: il racconto dei giovani dell'Agesci "Massafra 2"

Attualità
visibility693 - martedì 13 agosto 2019
di Luigi Serio
Più informazioni su

Lo scorso sabato sono rientrati dall'Umbria i ragazzi del clan e noviziato del gruppo Agesci "Massafra 2" della parrocchia di San Leopoldo Mandic di Massafra.

La route estiva li ha visti in giro per l'Umbria sulle orme di San Francesco con il tema della diversità che, giorno dopo giorno, è stata affrontata in relazione a diversi temi come l'amore, il sesso, l'uguaglianza e la religione.

Il loro viaggio è iniziato il 2 agosto dalla stazione di Taranto per raggiungere la città di Marmore e proseguire verso Assisi, percorrendo le strade di San Gemini, Terni, Collevalenza, Todi e Perugia.

«Tutte le cittadine - ha commentato ai microfono di ViviWebTv il giovane scout Pietro Schirano - erano caratterizzate da una forte spiritualità e accoglienza in cui è evidente il passaggio di grandi personalità religiose quali San Francesco ad Assisi e Madre Speranza di Gesù a Collevalenza.

Il momento più emozionante, degli ultimi due giorni trascorsi ad Assisi, è stato l’abbraccio donato dai ragazzi, bendati, a chiunque si avvicinasse, in segno di pace e uguaglianza, davanti alla Basilica di San Francesco».

I giovani scout erano Alessandro Fanizza, Alessandra Lamanna, Gianfausto Mastromarino, Annalisa Minardi, Thearith Pizzutilo, Pietro Schirano, Rosanna Spera, Alessandra Striano e sono stati accompagnati dai capi Mino Penna, Vanna Saponari e Simona Bellofiore.