Rete Unesco: Ginosa firma il protocollo e punta su Passio Christi

Attualità
visibility149 - sabato 12 ottobre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
La firma del sindaco Parisi
La firma del sindaco Parisi © Comune di Ginosa

Ginosa sosterrà la candidatura UNESCO della ‘Rete della Passioni italiane’ al riconoscimento del patrimonio immateriale dell’umanità di riti e rappresentazioni della Settimana Santa.

Nella Sala degli Specchi del comune di Bitonto, venerdì 11 ottobre il sindaco Vito Parisi ha firmato il protocollo d’intesa volto a sostenere l’iniziativa di valorizzazione nazionale ed internazionale all’interno della rete di Europassione, progetto nato per annunciare il messaggio di Cristo attraverso la Sacra Rappresentazione della Passione.

A porre la propria firma anche i comuni di Alcamo, Frassinoro, Tolentino e Bitonto, alla presenza di Roberto Gambino, Primo Cittadino di Caltanissetta, città capofila del Protocollo.

La firma è avvenuta in occasione di un seminario organizzato dall’arciconfraternita del SS. Rosario insieme e Europassione per l’Italia sul tema della candidatura UNESCO. L’evento, organizzato in collaborazione con la Ulixes scs con il patrocinio del comune di Bitonto e del Consiglio Regionale della Puglia, ha voluto rappresentare un momento per discutere dello stato del patrimonio immateriale a livello locale e nazionale.

"Il comune di Ginosa non poteva non sostenere questa nobile iniziativa – ha spiegato Parisi – pur essendo immateriali, i riti e le rappresentazioni della Settimana Santa sono sentiti perfettamente nel cuore di ognuno in tutta Italia.

La nostra attenzione, ovviamente, è tutta focalizzata sulla Passio Christi, manifestazione identitaria apprezzata a livello nazionale e internazionale, che costituisce patrimonio immateriale di indiscusso valore. Questo percorso verso l’ambito riconoscimento, è stato intrapreso con la Pro Loco di Ginosa, a cui andrà tutto il supporto dell’Amministrazione Comunale, e con la quale stiamo già lavorando per la prossima edizione.

Ed è facendo rete anche con gli altri Comuni interessati che potremo raggiungere tale obiettivo. L’intento resta quello di promuovere il territorio attraverso le sue particolarità, ma soprattutto di aumentare la consapevolezza delle comunità all’interno della rete di Europassione.

Ringrazio la rete Europassione per l’Italia, i Sindaci che hanno firmato assieme a me il protocollo e il Primo Cittadino di Bitonto Michele Abbaticchio per l’accoglienza".