Massafra si prepara alla 67esima edizione del Carnevale

Attualità
visibility1911 - martedì 05 novembre 2019
di Luigi Serio
Più informazioni su
I carri allegorici del 66esimo Carnevale di Massafra
I carri allegorici del 66esimo Carnevale di Massafra © Luigi Serio

La 67esima edizione del carnevale massafrese si avvicina e, a poco meno di quattro mesi dalle sfilate, l’amministrazione guidata dal sindaco Fabrizio Quarto mette in moto la complessa macchina dell’organizzazione.

Dopo la conferma della locazione dei locali che serviranno ai carristi per la preparazione delle strutture e dei manufatti in cartapesta, la Giunta ha deliberato su date, partecipanti e premi del corso mascherato 2020, assegnando alla manifestazione un montepremi complessivo di circa 83mila euro.

Si sfila sabato 22 e martedì 25 febbraio. Saranno premiati i primi7 carri allegorici e i primi 5 gruppi mascherati.

Questi gli importi dei premi e dei rimborsi spese da erogare ai partecipanti dell’edizione 2020:

Per i carri allegorici:
- 1° classificato: 15.500 euro;
- 2° classificato. 13.500 euro;
- 3° classificato: 11.500 euro;
- 4° classificato: 10.500 euro;
- 5° classificato: 9.000 euro;
- 6° classificato: 8.000 euro;
- 7° classificato: 7.000 euro.

Per i gruppi mascherati:
- 1° classificato: 2 mila euro;
- 2° classificato: 1.5000 euro;
- 3° classificato: 1.250 euro;
- 4° classificato: 1.000 euro;
- 5° classificato: 750 euro.

Per le maschere di carattere originali:
- 1° classificato: 300 euro;
- 2° classificato: 200 euro;
- 3° classificato: 100 euro.

Per le vetrine decorati con motivi carnevaleschi originali:
- 1° classificato: 100 euro;
- 2° classificato: 75 euro;
- 3° classificato: 50 euro.

Per i balconi decorati con motivi carnevaleschi originali:
- 1° classificato: 200 euro;
- 2° classificato: 150 euro;
- 3° classificato: 100 euro.

I carri allegorici devono avere le seguenti dimensioni massime: 12 metri di lunghezza, 14 metri di altezza (con eventuale pupo completamente alzato), 6 metri di larghezza (con eventuali pupi completamente rientrati). Tali misure si intendono finite da terra e non sono soggette ad alcuna variazione; le stesse saranno verificate prima dell’inizio della sfilata da un "Comitato Tecnico" appositamente individuato. Il mancato rispetto di tali misure comporterà una penale ovvero riduzione del premio e contributo pari al dieci per cento (10%) di quanto previsto. Il carro deve essere preceduto da un gruppo mascherato a terra, composto da un numero di persone non inferiore a 20 elementi in costume attinente al soggetto ed all'allegoria del carro.

I carri allegorici devono essere completamente montati e allestiti, anche negli impianti di illuminazione, musica e amplificazione, pronti alla parata, nella specifica area prossima al circuito entro le 13 del giorno della prima sfilata.

Entro le 12 di venerdì 15 novembre coloro che intendono partecipare ai corsimascherati, nella categoria carri Allegorici, devono presentare la relativa domanda corredata tra l’altro di: bozzetto, scheda descrittiva tecnica, descrizione del significato e allegoria, bozzetto dei costumi e curriculum del costruttore.

Comunque, l’ammissione ai corsi sarà stabilita dalla CiTOCC (Commissione Tecnica Opere Cartapesta e Costumi) con parere insindacabile, che selezionerà e ammetterà solo sette opere valutandole secondo vari criteri con relativo punteggio. In caso di presentazione di più di sette istanze, saranno selezionate le opere dei cartapestai che vanteranno il maggior numero di partecipazioni e i migliori piazzamenti in classifica negli ultimi dieci anni.

Il sindaco Fabrizio Quarto, in occasione della pubblicazione del disciplinare e dell’avviso pubblico per la partecipazione alla 67^ edizione del Carnevale di Massafra, evidenzia come si stiano ponendo le basi per dare stabilità e continuità ad una manifestazione che coinvolge tutto il territorio. «Quest’anno - afferma Quarto - nonostante le ristrettezze economiche delle casse comunali dettate dal momento critico e dalla riduzione dei trasferimenti monetari statali, sono stati aumentati i premi per i “Carri allegorici” come segnale di un riconoscimento ai maestri cartapestai per il loro ottimo lavoro compiuto nel corso del tempo ed in particolar modo per quanto fatto lo scorso anno.

Inoltre, nell’attesa dell’arrivo dei nuovi capannoni da destinare alla lavorazione della cartapesta, sono stati rinnovati i contratti di locazione per gli ambienti già destinati alla realizzazione dei carri allegorici.

Nella serata di ieri – ha concluso il sindaco – si è tenuto un importante e produttivo momento di confronto tra amministrazione, CiTOCC e cartapestai, nel corso del quale sono state affrontate alcune problematiche legate alla manifestazione carnascialesca, anche con l’istituzione nel prossimo anno di “Carri di Categoria B”, facendo emergere il chiaro intento di volersi impegnare, ognuno per il proprio ruolo, a far crescere il carnevale di Massafra, patrimonio di tutti e senza confini».