Carnevale massafrese, consegnati i “bozzetti” dei carri. Gli ultimi aggiornamenti

Attualità
visibility786 - venerdì 15 novembre 2019
di Luigi Serio
Più informazioni su
Carri allegorici - 66esimo Carnevale di Massafra
Carri allegorici - 66esimo Carnevale di Massafra © Luigi Serio

Mezzogiorno di oggi rappresentava il termine ultimo per la presentazione dei bozzetti dei carri allegorici per la 67esima edizione del carnevale massafrese, manifestazione che si terrà sabato 22 e martedì 25 febbraio.

Sono state undici le domande presentate dai maestri cartapestai: Associazione Crazy Events Massafra di Digiorgio Martino; Bruno Carmine; Festa Antonio; Ancona Adriano; Giannotta Salvatore; Secondi a Nessuno; Alessio Giuliani; De Blasi Egidio; Associazione Culturale Tekno Art; Zaccaria Luigi; Lapenna Giuseppe.

Ora l’ammissione ai corsi sarà stabilita dalla CiTOCC (Commissione Tecnica Opere Cartapesta e Costumi) con parere insindacabile, che selezionerà e ammetterà solo sette opere valutandole secondo vari criteri con relativo punteggio. Secondo quanto stabilito nel bando, sarann selezionate le opere dei cartapestai che vanteranno il maggior numero di partecipazioni e i migliori piazzamenti in classifica negli ultimi dieci anni.

Nominati i componenti la CiTOCC: l'ingegnere Antonio Surano e i signori Achille Aloisio e Sante Ghionna.

Questi i premi ai 7 carri allegorici che saranno ammessi ai Corsi Mascherati del 22 e 25 febbraio 2020: 1° classificato € 15.500,00 (comprensivo del contributo spese); 2° classificato € 13.500,00 (comprensivo del contributo spese); 3° classificato € 11.500,00 (comprensivo del contributo spese); 4° classificato € 10.500,00 (comprensivo del contributo spese); 5° classificato €. 9.000,00 (comprensivo del contributo spese); 6° classificato € 8.000,00 (comprensivo del contributo spese); 7° classificato € 7.000,00 (comprensivo del contributo spese).

Dopo la conferma della locazione dei locali che serviranno ai carristi per la preparazione delle strutture e dei manufatti in cartapesta, la Giunta ha deliberato su date, partecipanti e premi del corso mascherato 2020, assegnando alla manifestazione un montepremi complessivo di circa 83mila euro.

I carri allegorici devono avere le seguenti dimensioni massime: 12 metri di lunghezza, 14 metri di altezza (con eventuale pupo completamente alzato), 6 metri di larghezza (con eventuali pupi completamente rientrati). Tali misure si intendono finite da terra e non sono soggette ad alcuna variazione; le stesse saranno verificate prima dell’inizio della sfilata da un "Comitato Tecnico" appositamente individuato. Il mancato rispetto di tali misure comporterà una penale ovvero riduzione del premio e contributo pari al dieci per cento (10%) di quanto previsto. Il carro deve essere preceduto da un gruppo mascherato a terra, composto da un numero di persone non inferiore a 20 elementi in costume attinente al soggetto ed all'allegoria del carro.

I carri allegorici devono essere completamente montati e allestiti, anche negli impianti di illuminazione, musica e amplificazione, pronti alla parata, nella specifica area prossima al circuito entro le 13 del giorno della prima sfilata.