A Massafra un weekend con le stelle dell'AIL

Attualità
visibility71 - lunedì 02 dicembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
AIL
AIL ©

Dal 6 all'8 dicembre i volontari della delegazione AIL di Massafra vi aspettano in piazza Vittorio Emanuele per il consueto appuntamento natalizio con la campagna di raccolta fondi.

"Ogni malato di leucemia ha la sua buona stella: quella buona stella per noi, puoi essere tu". Questo lo slogan che contraddistingue l'iniziativa che ogni anno l'AIL promuove in tutte le piazze d'Italia.

Grazie ad una donazione minima di 12 euro si potrà scegliere un dono tra le varietà di piante che quest’anno saranno disponibili: oltre alla classica stella di Natale, ci sarà un tris di stelle, una pianta di falso pepe e una loropetalum.

«Al centro della nostra associazione - commentano i referenti della delegazione massafrese - ci sono i pazienti, bambini e adulti, che combattono ogni giorno contro un male più grande di loro. Il nostro desiderio è cercare di soddisfare i loro bisogni quotidiani, le loro necessità e realizzare i loro sogni.

Con i fondi raccolti l’AIL continuerà a svolgere le attività che da oltre 45 anni la contraddistinguono:

- sostegno alla ricerca, in particolare al GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche), organo di ricerca scientifica esclusivamente finanziato dall’AIL;

- potenziamento del servizio di assistenza domiciliare rivolto agli ammalati ematologici, in forma gratuita: un’equipe multi professionale composta da medici, infermieri e psico-oncologi accoglie e cura i nostri ammalati presso il loro domicilio, a disposizione 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno in tutta la provincia di Taranto, anche qui nella città di Massafra;

- realizzazione di case alloggio, come CasAil di Taranto un appartamento situato nelle immediate vicinanze dell’Ospedale Moscati, dove ospitiamo gratuitamente chiunque, provenendo da fuori città, regione o Stato, necessiti un appoggio a Taranto durante le cure;

- supporto ai Centri di Ematologia e Trapianto di cellule staminali, donando attrezzature scientifiche, allestendo camere sterili, camere di degenza per bambini e baby room in ambulatorio e assumendo tecnici che prestano la loro opera nel laboratorio analisi dedicato;

- promozione della formazione e dell’aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio.

Tutto ciò lo possiamo realizzare solo grazie alla partecipazione e alla sensibilità di tutti coloro che ci sono vicini a vario titolo, volontari, operatori, sostenitori».