Palagianello saluta la sua pediatra: la dottoressa Moschetti va in pensione

Attualità
visibility1549 - giovedì 04 giugno 2020
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
La dottoressa Annamaria Moschetti
La dottoressa Annamaria Moschetti ©

Da trent'anni a Palagianello e un solo dispiacere: dover già andare in pensione.

Per tutti sarà ricordata come la dottoressa che ha vaccinato migliaia di bambini, incoraggiato la lettura e prescritto "un'ora di gioco libero al giorno": «Il ricordo più forte? Ho salvato da morte sicura un bambino nella mezz'ora più terribile della mia esperienza, e credo che questo sarà impresso nella mia vita per sempre», ha raccontato la dottoressa Annamaria Moschetti prima di svestire il camice bianco.

Ieri, mercoledì 3 giugno, ha annunciato di dover andare in pensione; tutti però potranno chiamarla ancora, per dei consigli o per un saluto, lei ci sarà: «Ho incoraggiato molto l'allattamento al seno e le cure "prossimali" - ha confessato -, perché i segni fisici dell'amore promuovono nei bambini la sicurezza, l'empatia e la tranquillità: non è vero che così facendo i bambini si viziano».

Per questo, da diversi anni è la responsabile provinciale di "Nati per Leggere", un progetto destinato ai bambini tra 6 mesi e 5 anni, e da sempre è in prima linea per curare e prevenire i rischi connessi all'inquinamento nella città dell'Ilva. Nel 2017, inoltre, è stata assessore alla Cultura del Comune di Palagiano, dove è nata ed è tornata a vivere dopo 16 anni trascorsi tra Roma e Torino.

Dal 1 luglio, la dottoressa Moschetti sarà sostituita. Al momento, la Asl di Taranto non ha ancora preso una decisione circa il suo successore

«Spero che chiunque mi sostituirà sia accolto bene», ha ammesso, ringraziando e salutando tutti i pazienti, non solo di Palagianello: «Quando arrivai da voi - ha concluso - non c'era mai stato un pediatra. Posso dire di essere stata la prima nel "nostro" paesello. Un abbraccio a tutti».

Andrea Carbotti