Studiare ai tempi del Covid: un castellanetano su Rai 3

Attualità
visibility1936 - mercoledì 24 giugno 2020
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
Davide Ritella
Davide Ritella ©

Dall'esplosione del virus alla chiusura delle scuole, una maturità irripetibile, con l'orale come unica prova, ha chiuso il ciclo di studi di una generazione di ragazzi, non sappiamo se per fortuna o purtroppo, cresciuta nell'anno del Covid.

Gli esami sono iniziati mercoledì 17 giugno, e per molti sono già terminati: è stata la fine di uno stillicidio di fatiche alienanti. Tra le migliaia che devono ancora sostenere la prova, Davide Ritella, diciottenne di Castellaneta che frequenta il liceo scientifico e vorrebbe studiare Economia.

Il racconto della sua quarantena, tra lo stress di istruirsi online la mattina, le lezioni da remoto e la preparazione per la prova finale, è molto particolare, e per questo è finito in una puntata di "Maturità 2020 - Diari", un appuntamento quotidiano in presa diretta andato in onda l'altro ieri, lunedì 22 giugno, su Rai 3.

La trasmissione ha raccontato le storie di ragazzi che si stanno preparando alla maturità, e che mai avrebbero immaginato di viverla in questo modo raccontano via smartphone e collegamenti virtuali la loro esperienza e lo straniamento della situazione, interagendo tra di loro in una dimensione del tutto inedita.

Davide ha raccontato, oltre alle solite videolezioni, storie di partite a carte, allenamenti improvvisati e spuntini. Ma c'è una particolare scena che, tra le altre, salta maggiormente all'occhio: quella in cui Davide vuole imparare a fare le orecchiette da un'insegnante d'eccezione, sua nonna Margherita.

Oltre le tradizioni e i sapori di Davide, che viene dalla profonda provincia pugliese, la stessa puntata si spinge in casa di Majda Laghrib, una ragazza islamica di Sant'Angelo Lodigiano, ed è un confronto due realtà agli antipodi, tra diversità etniche, religiose, alimentari e culturali.

Ora il virus ha allentato la morsa, e l'esame inizia a far sentire il suo odore. Davide ad esempio, con la mascherina da indossare nei corridoi e da abbassare al momento della discussione, domani varcherà l'ultima volta i cancelli della sua scuola.

E anche se la sua storia è finita in televisione e si parla di esami parzialmente scremati, quella di domani sarà comunque la sua unica e irripetibile maturità, punto e basta.

Andrea Carbotti