Palagianello ospita la quindicesima edizione de "L'eredità di Paolo Borsellino"

Attualità
visibility184 - martedì 14 luglio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Paolo Borsellino
Paolo Borsellino © Web

Domenica 19 luglio, alle 20:30 nella struttura della Casa della Salute (1° lotto), si terrà la quindicesima edizione de “L’eredità di Paolo Borsellino”.

L'evento è organizzato con continuità dal 2006 dall’associazione “I Portulani”, in memoria del magistrato e servitore dello Stato Paolo Borsellino rimasto vittima, insieme agli agenti della sua scorta, in quella che viene ricordata come la strage di via D’Amelio a Palermo.

«L’evento - chiariscono i Portulani - non si esaurisce in un doveroso esercizio di memoria ma si propone di stimolare riflessioni in tema di legalità e giustizia grazie all’intervento di relatori di comprovata esperienza nello studio dei fenomeni criminali e delle sue connessioni con la vita democratica del Paese.

Quest’anno - hanno aggiunto gli organizzatori - non poteva mancare un riferimento alla recente emergenza sanitaria che ha colpito duramente il tessuto economico-sociale nazionale, aprendo ampi varchi agli affondi della criminalità organizzata.

Dopo i consueti saluti istituzionali affidati al presidente de “i Portulani”, Marianna Caragnano e al sindaco di Palagianello Maria Rosaria Borracci, ci si immergerà nel dibattito arricchito dall’intervento di autorevoli ospiti.

Tra questi, il giornalista Giovanni Tizian, autore di libri-inchiesta sulle mafie che gli sono valsi, oltre che diversi premi giornalistici, una vita sotto scorta per le minacce ricevute. Nella sua ultima opera, “Mafie e pandemia”, ci spiega in che modo la ciminalità organizzata cambia pelle ai tempi del coronavirusgiornalista televisivo Stefano Maria Bianchi, autore di diverse inchieste televisive in una pluriennale collaborazione con Michele Santoro, tra cui il docufilm “La mafia è bianca” incentrato sui rapporti tra mafia e sanità, argomento che sarà approfondito nel suo intervento.

Tizian non sarà solo: durante la serata infatti ci sarà anche il collega giornalista e scrittore Orfeo Notaristefano, da sempre vicino alle iniziative in tema di legalità dell’associazione.

Il dibattito sarà moderato dall’avvocato Luigi Resta de “I Portulani”.

L'evento sarà anche trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dell'associazione. La cittadinanza è invitata a partecipare.