Ex convento Sant’Agostino di Massafra: parte la gara per piazza e giardino archeologico

Cronaca
visibility1637 - martedì 12 gennaio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Ex convento Sant’Agostino di Massafra
Ex convento Sant’Agostino di Massafra © ViViWebTv

Dopo tre anni di gestazione, parte la gara d’appalto per la realizzazione della piazza polifunzionale con annesso giardino archeologico nella vasta area di circa 9000 mq antistante la chiesa e il convento di Sant’Agostino di Massafra.

L’incarico per la progettazione fu infatti affidato dall’attuale amministrazione nel dicembre 2017 all’architetto massafrese Vanessa Giannotta, anche se buona parte dell’area oggetto dell’intervento (circa 5600 mq) venne definitivamente acquisita al patrimonio comunale, a seguito di asta giudiziaria, per l’importo di 9100 euro nel giugno 2019.

Il progetto, redatto dall’arch. Giannotta in collaborazione con altri giovani professionisti massafresi, prevede la realizzazione di una piazza sul lato ovest prospiciente la chiesa e sul lato nord un’area per il gioco dei bambini e per varie attività all’aperto, attrezzata con giochi e sedute e circondata da alberature.

In adiacenza sarà valorizzata l’area archeologica, protetta da balaustra e circondata da percorsi pedonali, e saranno ricavate aiuole a formare un giardino archeologico con alberi di varie specie.

Nell’angolo nord-est sarà realizzata un’area per manifestazioni, dotata di una vasta gradonata con andamento arcuato e visuale verso i resti archeologici.

Infine, lungo il lato est prospiciente via delle Concerie, sarà sistemato un ampio parcheggio suddiviso in tre terrazzamenti, per adeguare gli accessi alla pendenza del terreno, recintato con muretti in tufo e circondato da alberature autoctone.

Un intervento di vasta portata (1milione e mezzo di euro, di cui 1milione e 200mila per le opere) con il quale l’amministrazione Quarto si pone l’obiettivo di riqualificare e rendere fruibile un’area abbandonata da decenni, di valorizzare i ritrovamenti archeologici del sito ed il contesto storico ed architettonico circostante, nonché di creare quell’accesso al centro storico dal basso dal quale partire per finalizzare altri ambiziosi progetti, tra cui Le Grotte Parlanti nella gravina S. Marco ed il restauro del Castello Medievale.

Il termine di scadenza del bando per le imprese interessate in possesso dei requisiti  è il 25 gennaio. Il termine di esecuzione delle opere è di 12 mesi.