Emergenza Covid, quando e dove si vaccineranno i docenti della provincia di Taranto?

Cronaca
visibility3695 - giovedì 25 febbraio 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Vaccini ai professori
Vaccini ai professori ©

Dopo i lavoratori della sanità si riparte dal personale scolastico, docente e non docente.

Sono iniziate questa mattina le vaccinazioni per difendere insegnanti, segretari e bidelli dai temibili attacchi del Covid. Nella provincia ionica sono già 12.168 le adesioni dal mondo della scuola.

Lungo il versante occidentale, i primi a sottoporsi ai vaccini saranno i 132 operatori dell'istituto Pascoli-Giovinazzi di Castellaneta: appuntamento fissato per domani, venerdì 26 febbraio, all'ospedale San Pio.

Sempre nel nosocomio dedicato a Padre Pio, il giorno successivo sarà il turno della scuola Surico con 115 adesioni, mentre il primo di marzo saranno iniettate 216 dosi di vaccino al personale del liceo Flacco.

Il centro Osmairm di Laterza, invece, è il luogo prescelto per vaccinare maestri e personale delle scuole laertine: si comincia dal 1 marzo con 143 vaccini per l'istituto Diaz, il giorno dopo toccherà al Marconi-Michelangelo (145 dosi), mentre 3 e 4 marzo, in due piccole fasi, inizierà la somministrazione per 109 operatori del liceo Giambattista Vico.

Massafra ha inaugurato un grande hub vaccinale nel centro polivalente anziani di via Livatino, dove assieme ai dipendenti delle scuole cittadine saranno immunizzati anche quelli di Palagiano e Mottola.

Nel dettaglio, gli istituti De Amicis-Manzoni (156 adesioni) e De Ruggieri (93), entrambi della Tebaide d'Italia, sono attesi il 1º marzo. Il giorno seguente tocca alla carica dei 210 del Mondelli. Chiudono la classifica le scuole Pascoli e San Giovanni Bosco, rispettivamente con 165 e 159 adesioni, che effettueranno la prima dose lunedì 8 marzo.

Scuole di Palagiano al sicuro a partire dal 4 marzo, giorno in cui verrà inoculato il siero ai 145 dipendenti della scuola Rodari e ai 165 che lavorano al Giovanni XXIII.

Professori, bidelli e personale amministrativo del mottolese Lentini-Einstein (175) dovranno aspettare il 9 marzo, due giorni in più gli istituti Manzoni (107) e Don Bosco (82), il cui appuntamento è in programma giovedì 11 marzo.

Discorso a parte meritano le scuole di Ginosa e Palagianello, che non dovranno spostarsi dal proprio paese per ricevere il vaccino: Leone (106), Calò (170) e Deledda-Don Bosco (143) saranno immunizzati nell'ambulatorio di via Palatrasio a Ginosa, mentre le 140 adesioni del Marconi di Palagianello saranno evase il 3 marzo nella Casa della Salute.

Il siero somministrato, lo ricordiamo, sarà AstraZeneca, che potrà essere iniettato anche a persone che abbiano più di 55 anni e fino a 65.