Palagiano, scappa dai carabinieri e getta la "coca" su un tetto: arrestato

Cronaca
visibility2853 - lunedì 13 settembre 2021
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
Lo stupefacente sequestrato
Lo stupefacente sequestrato © Carabinieri

Doppio colpo in pochi giorni nella lotta allo spaccio che affligge Palagiano. Stavolta è finito in manette un 24enne del posto (P.G. le sue iniziali), che dovrà rispondere di detenzione e vendita di stupefacenti. Solo due giorni fa i carabinieri hanno beccato in flagrante un altro presunto pusher, poi processato per direttissima.

Come hanno raccontato i militari, il giovane è stato sorpreso mentre chiacchierava con un altro volto “noto”, anche lui per reati di droga. La circostanza e il fiuto hanno suggerito che c’era qualcosa di anomalo. 

Così i militari hanno approfondito il controllo ma il 24enne è fuggito a piedi, salvo poi essere bloccato alcuni minuti dopo. Minuti in cui è riuscito, ignaro di essere osservato, a disfarsi del cellulare, gettandolo sotto un’auto in sosta, e successivamente di una busta, lanciata sul terrazzo di un’abitazione.

Una volta acchiappato, il 24enne ha gettato la spugna e ha consegnato la droga. In tasca non aveva granché, giusto due dosi di “fumo”: quantità minime, considerate per uso personale. 

Ma proprio quando pensava di farla franca, i carabinieri hanno ritracciato il proprietario del terrazzo. Qui, il sacchetto ritrovato ha portato alla luce 30 dosi di cocaina preconfezionate per lo spaccio. Recuperato anche il cellulare, la cui cover custodiva 165 euro, probabilmente “guadagnati” vendendo droga. Arrestato, per lui si sono spalancate le porte del carcere di Taranto, così come ha disposto il pubblico ministero di turno.