Uno squalo enorme spiaggiato nei pressi di Marina di Ginosa

Cronaca
visibility4665 - martedì 25 settembre 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Il momento del ritrovamento
Il momento del ritrovamento © Era Ambiente - Leonardo Galante

Una scoperta agghiacciante, quella nella quale ieri mattina alcuni bagnanti si sono imbattuti per caso.

Uno squalo Capochiatto (mediterraneo) di 3 metri di lunghezza per 4 quintali di peso galleggiava senza vita ad un metro da riva, nei pressi della spiaggia di Marina di Ginosa, precisamente sul confine lucano tra il villaggio Torre Serena e la foce del fiume Bradano.

Come detto, sono stati i bagnanti a lanciare l'allarme preoccupati dal movimento dello squalo cullato dalle onde.

Sul posto sono intervenuti i veterinari della Asl e le guardie ecozoofile Era Ambiente, coordinate dal responsabile provinciale Leonardo Galante.

Lo squalo, un esemplare adulto in via di estinzione, nel momento del ritrovamento aveva un amo in bocca e delle incisioni sulla coda, forse perché probabilmente qualcuno avrà provato a pescarlo e a tirarlo su in barca. Stando al parere degli esperti rappresenterebbe un episodio unico ai fini della ricerca.

Nella giornata di oggi sarà prelevato e trasferito nel centro di smaltimento lucano.