Palagianello dice addio alle "strade colabrodo": partono i lavori di manutenzione straordinaria

Cronaca
visibility836 - mercoledì 15 maggio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Asfalto nuovo
Asfalto nuovo ©

E' stato siglato nella mattinata di ieri, il verbale di consegna per i lavori di manutenzione straordinaria di alcune strade comunali urbane, per un importo poco inferiore ai 45mila euro.

Alla presenza del direttore dei lavori, l'architetto Antonella Carriero, del legale rappresentante dell'impresa esecutrice e del Responsabile Unico del Procedimento, ieri mattina è stato effettuato un sopralluogo sui posti interessati dai lavori di rifacimento dei manti stradali.

Le strade interessate, lo rende noto il Comune di Palagianello, per ora sono via Martiri Portelle delle Ginestre, via della Conciliazione, via dello Sport, via Vico I Roma, via Don Luigi Sturzo, via Roma, via Sansonetti, via Pio XII, via Matteotti, via Ciclamini, via Gigante, via Fratelli Bandiera, piazza Regina Del Rosario, via Salvemini, via Manzoni, via dei Narcisi, via Moro, via Mercadante, via Cavour, via Fratelli Cervi, via Regina Margherita ed il prolungamento di corso Gramsci.

Gli interventi, come detto di manutenzione straordinaria visto lo stato in cui versano le principali arterie cittadine, saranno coperti tramite fondi statali derivanti dall'adozione del decreto del Ministero dell'Interno, che attribuisce ai comuni con popolazione fino a 20mila abitanti, per l’anno 2019, contributi specifici per la realizzazione di investimenti di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.

A tal proposito, il sindaco di Palagianello Maria Rosaria Borracci riferì in consiglio comunale di destinare l'intero budget ricevuto per il rifacimento delle strade comunali.

L’erogazione di questo contributo è prevista in due tranche: il 50% alla verifica dell’avvio dei lavori, il restante 50% a seguito della trasmissione del certificato di collaudo o del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore dei lavori.

L’ultimazione dei lavori dovrà avvenire entro il 23 giugno 2019.