Differenziare a Palagianello: parte una nuova campagna di sensibilizzazione

Cronaca
visibility303 - giovedì 18 luglio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Palagianello visuale aerea
Palagianello visuale aerea © Pierpaolo Mappa

l Comune di Palagianello, tramite il suo assessorato all’Ambiente, informa che partirà a breve la nuova campagna di sensibilizzazione (promossa dall’Ente di concerto con la società Monteco) sulle buone norme da seguire, per continuare a differenziare correttamente.

«I risultati, lusinghieri e costanti - spiegano da Palazzo di Città - oggi parlando di una percentuale di raccolta differenziata che a Palagianello si attesta intorno al 70%.

Una percentuale che inorgoglisce, ma che allo stesso tempo spinge a fare meglio. Per questi motivi, l’Amministrazione punta a ridurre la produzione pro capite di rifiuti».

«Siamo nel pieno della stagione estiva – ha commentato il sindaco Maria Rosaria Borracci -; la nostra è una cittadina viva fino a tarda sera, perciò è nostro dovere non sottovalutare l’aspetto legato al decoro urbano: la nuova campagna di sensibilizzazione spiegherà ai cittadini che le pattumelle devono essere riposte nei pressi dei propri domicili, con le giuste modalità e solo negli orari consentiti.

Sono sicura – ha continuato il primo cittadino – che questa campagna porterà enormi benefici al paese ad ogni singolo cittadino, perché rispolverare le buone norme civiche fa sempre bene a tutti».

In un lungo comunicato stampa, il Comune inoltre informa di aver aperto un contenzioso con la ditta Monteco, e di aver comminato un'ammenda specifica.

«Restiamo sempre in fiduciosa attesa che i fondi dell’Ecotassa non ancora distribuiti alle pubbliche amministrazioni, tornino alla collettività sotto forma di rimborso - si legge - e si sta lavorando sulla modifica al regolamento Tari, prevedendo agevolazioni per i palagianellesi residenti fuori sede. Questa modifica, a breve andrà al vaglio della commissione e per l’anno prossimo, come da impegno preso in campagna elettorale, sarà definitivamente esecutiva».

«Per prendere queste decisioni c’è bisogno di atti formali – ha ammesso l’assessore all’Ambiente Francesco Rosario Petrera – e di attendere il completamento di procedure lunghe e complesse.

Proseguiamo il nostro lavoro fiduciosi, senza sentire alcun bisogno dei consigli di alcuni “suggeritori”, che solo un anno fa sono stati sonoramente bocciati dalla comunità palagianellese, probabilmente perché le ricette che proponevano non erano più appetibili.

La propaganda fine a sé stessa non serve a nulla – ha concluso Petrera - soprattutto se quella propaganda viene mossa da chi in passato ha gestito (o mal gestito) le finanze della nostra comunità».