Scuola, valzer dei presidi a Taranto e provincia

Cronaca
visibility9946 - giovedì 22 agosto 2019
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
scuola
scuola ©

Ci sono novità che riguardano anche Taranto e provincia nel decreto di incarico dei dirigenti scolastici dell'ufficio scolastico regionale per il prossimo anno di studi. Il "valzer" di cui vi parliamo vede protagonisti i nuovi presidi vincitori di un concorso che, seppure al centro di molte polemiche, è stato invalidato dal Consiglio di Stato.

TARANTO

Il professor Franco Urso, ad esempio, lascia la guida del XVI circolo didattico "Europa" di Taranto per consentire l'approdo di Marco Cesario. All'istituto Galilei, invece, il dirigente Vincenzo Tavella lascerà per essere sostituito da Antonietta Iossa.

Cambio della guardia anche per l'istituto comprensivo "San Giovanni Bosco", sempre nel capoluogo, dove al dirigente scolastico reggente Giovanna Santoro subentrerà il professor Pierfrancesco Caressa. Stessa sorte per il comprensivo "Vico - De Carolis", dove al posto della reggente Alessandra Larizza si insedierà il collega Vincenzo Stea.

Al "Volta", invece, è attesa la vincitrice di concorso Teresa Gargiulo, mentre al "Centro Provinciale Istruzione Adulti" 1 di Taranto si trasferirà Oronza Perniola al posto dell'attuale dirigente Patrizia Capobianco.

Nella provincia, invece, i cambi di cattedre si concentrano a Massafra, Mottola e Palagiano, dove arriveranno dei dirigenti alla prima esperienza. Nella "Tebaide d'Italia" si insedierà infatti Giuliana Deflorio, incaricata di dirigere l'istituto "De Amicis - Manzoni" al posto della reggente Maria Blonda. Destino analogo per il "Manzoni" di Mottola e il "Rodari" di Palagiano, al centro del trasloco dei nuovi Luigi Sportelli e Vito Cuscito, che prenderanno le redini dei reggenti Nicola Latorrata e Pietro Rotolo.

Le scuole che restano scoperte della dirigenza scolastica andranno a reggenza, salvo riconferma degli stessi presidi di prima, che potrebbero essere anche sostituiti.

Andrea Carbotti