Emergenza coronavirus: l'iniziativa della "Casa della Misericordia" di Castellaneta

Cronaca
visibility1976 - sabato 28 marzo 2020
di La Redazione
Più informazioni su
.
. ©

La Caritas Diocesana di Castellaneta, con la fondazione "Il Samaritano" Castellaneta, la cooperativa Giglio dello Jonio e l’Osservatorio diocesano delle Povertà e Risorse – organismi operativi della Diocesi – in coordinamento con le parrocchie e i centri di ascolto, è in prima linea nella situazione complessa e impegnativa dell'emergenza coronavirus.

I commercianti e gli artigiani di Castellaneta, pur duramente colpiti, hanno avviato una raccolta straordinaria presso gli esercizi commerciali per dotare il Centro Caritas di ulteriori risorse alimentari e non.

Il tutto avviene con la massima sicurezza, in quanto tutti gli operatori e i volontari seguono pedissequamente le istruzioni emanate dai DPCM per l’Emergenza COVID-19; sono tutti dotati di DPI (dispositivi di protezione individuale), molti dei quali “fatti in casa” e procedono esclusivamente con le consegne a domicilio.

Nell’ultima settimana sono stati preparati presso Casa della Misericordia oltre 260 pranzi completi e distribuiti a domicilio; è stata integrata anche con la distribuzione di pacchi viveri per l’emergenza in tutta la diocesi di Castellaneta (oltre 300 pacchi viveri distributi in una settimana).

La preparazione dei pasti è garantita da un serrato lavoro degli operatori della Cooperativa Giglio dello Jonio con i mezzi e le strutture messe a disposizione dalla Fondazione "Il Samaritano" di Castellaneta; per la preparazione dei pacchi viveri sono al lavoro i volontari delle parrocchie.

Attualmente l’approvvigionamento dei prodotti alimentari e di tutto ciò che occorre per tenere attivi i servizi, avviene grazie al contributo che la CEI e le Diocesi hanno messo a disposizione delle Caritas Diocesane in tutta Italia. Una parte dei prodotti alimentari a lunga conservazione arrivano dalle forniture di prodotti alimentari per indigenti del Programma Europeo FEAD-AGEA. Ma le richieste stanno aumentando e oltre ai prodotti alimentari iniziano ad arrivare anche richieste di prodotti per l’igiene, i pannolini, ecc..

Per questo adesso diventa necessario il lavoro di squadra per identificare tutte le situazioni e le persone in stato di bisogno del paese (viene garantita la massima discrezione).

I contatti immediati sono: 32462697179 – mensa; 3295465372 - Centro di Ascolto;

In queste ultime ore anche Palagianello, attraverso il sindaco e Laterza attraverso il Vicario Foraneo hanno espresso la volontà di aderire al modello.

"E’ doveroso un immenso grazie ai tanti che continuano a donare beni necessari alla preparazione dei pasti e dei pacchi. Altrettanto grande è il ringraziamento ai tanti volontari che ogni giorno si rendono disponibili per tutti i servizi. L’impegno eccezionale profuso in queste settimane è reso possibile anche da aiuti economici straordinari a sostegno delle sempre crescenti spese per garantire i rifornimenti alla Casa della Misericordia, e i DPI a chi opera. Caritas Italiana ha messo a disposizione un contributo di 10.000 euro, derivante dallo stanziamento della CEI in occasione di questa emergenza; fondi praticamente già spesi per le scorte di prodotti alimentari e materiale in tutta la Diocesi di Castellaneta. Tendere una mano, mettersi a disposizione direttamente, fare una piccola offerta … sono tanti i modi per essere solidali in questo momento così difficile. Facciamo appello al buon cuore delle persone affinché ognuno possa contribuire e metterci “del suo” anche rimanendo a casa propria".