Salvini a Taranto, attivisti della Lega Giovani di Castellaneta aggrediti dopo il comizio

Cronaca
visibility7042 - lunedì 07 settembre 2020
di Andrea Carbotti
Più informazioni su
maglietta strappata per un attivista di Lega Giovani
maglietta strappata per un attivista di Lega Giovani ©

Antonio Vitale e Mattia Palazzo, esponenti della Lega Giovani a Castellaneta, sono stati malmenati a Taranto in occasione del comizio di Matteo Salvini in piazza della Vittoria (clicca qui per rileggere la notizia).

Una maglia con i simboli e gli slogan della Lega, tanto è bastato per prendersi spintoni e pugni da un gruppo di circa 10 coetanei, probabilmente contestatori.

Tutto è avvenuto in macchina intorno alle 20:30, mentre i due erano in coda al termine della manifestazione: alla vista delle magliette, gli aggressori avrebbero accerchiato e cercato di entrare in macchina con botte, minacce, parolacce e insulti.

Dopo qualche maglietta strappata, Vitale e Palazzo si sono chiusi dall'interno, ma gli altri hanno continuato a infierire sulla carrozzeria dell'auto, che ha riportato danni modesti.

Subito intervenuti i carabinieri che, coadiuvati dalla Digos, hanno via all’indagine per accertare le ragioni e gli autori dei fatti. I castellanetani hanno sporto denuncia e nelle prossime ore potrebbero essere in grado di riconoscere gli aggressori negli uffici della questura.

«Noi di Lega Giovani Castellaneta - ha scritto Antonio Vitale, coordinatore cittadino - andiamo avanti più forti di prima e fiduciosi che tutti, con grande senso di solidarietà, condannino questi gesti che con la politica non c’entrano proprio nulla!»

Andrea Carbotti